Pubblicato il

Ecomondo, l’economia del futuro

Ecomondo, l’economia del futuro

Appuntamento alla Fiera di Rimini ‘‘Key Energy’’

«In questi anni abbiamo capito che il futuro economico è un futuro che si poggia sulle buone pratiche ambientali. Questa non è più la fiera della green economy: è la fiera dell’economia italiana e globale». Così il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti ha inaugurato l’edizione 2017 di Ecomondo e Key Energy, la fiera di Rimini che rappresenta il principale appuntamento dell’economia verde e circolare.
Una proposta fieristica legata che continua a crescere. “Ecomondo e Key Energy sono diventati a tutti gli effetti il vero hub di settore, e con Key Solar andiamo anche a colmare una lacuna fieristica – spiega il presidente di Italian Exhibition Group, Lorenzo Cagnoni –  Sottolineo l’attenzione ai nuovi modelli di urbanizzazione, finalizzati a migliorare la qualità di vita dei cittadini e a favorire lo sviluppo dei territori in chiave sostenibile. E poi, la valorizzazione dei processi e riprogettazione dei materiali per renderli più durevoli, meglio riciclabili o valorizzabili a fine vita. L’Ue considera l’economia circolare un pilastro strategico per la sua competitività e rende disponibili risorse imponenti. E questa sfida in fiera è pienamente visibile”.
Partecipazione record per la sesta edizione degli Stati Generali della Green economy, la due giorni che si svolge nell’ambito di Ecomondo: 2.600 presenze, oltre 1.500 utenti per la diretta streaming italiana, cui vanno aggiunti tutti coloro che hanno seguito la diretta streaming in inglese dedicata agli utenti internazionali, più di 80 relatori italiani e stranieri. Un’edizione che ha acceso i riflettori sul confronto politico con la richiesta ai partiti politici di inserire i temi e le sfide ambientali e della sostenibilità nei propri programmi in vista delle prossime campagne elettorali.
Fiera sempre più green, quella di Rimini: sei le colonnine di ricarica gratuita per veicoli elettrici installate da Italian Exhibition Group, per rendere più facile raggiungere Ecomondo con auto o moto a basso impatto. “Con questo ulteriore intervento, la fiera di Rimini offre ai propri clienti un servizio importante che stimola scelte in linea con la mobilità sostenibile – spiega Cagnoni – A questo proposito, sempre più strategica si sta rivelando l’intuizione di dotarsi di una stazione ferroviaria interna, ormai utilizzata dal 20% dei visitatori delle nostre fiere, con sollievo del traffico e dell’inquinamento atmosferico”.
Le colonnine si aggiungono a un altro intervento appena concluso, l’installazione di 850 nuovi proiettori a Led. Ora tutte le lampade appese dei padiglioni utilizzano questa tecnologia, contribuendo alla riduzione dei consumi energetici, in linea con la nostra politica green di sostenibilità ambientale. Grazie a questo intervento, la riduzione di potenza impegnata per illuminazione è del 66%, pari ad un risparmio energetico annuo di 360.000 Kwh, mentre il beneficio ambientale è pari alla riduzione di oltre 120 Tonnellate/anno di emissioni di Co2 in atmosfera.
E ancora: le aree interne ed esterne a verde che si estendono su 160mila metri quadri (con acque di falde superficiali per gli impianti di irrigazione), la differenziazione dei rifiuti prodotti, i tratti architettonici in legno proveniente dalle foreste della Scandinavia dove il ciclo di rimboschimento è continuo, oltre all’inaugurazione nel 2012 di un nuovo impianto fotovoltaico (realizzato da terzi) sulle coperture dei padiglioni rendendo Rimini Fiera il primo quartiere autosufficiente dal punto di vista di approvvigionamento elettrico.

ULTIME NEWS