Pubblicato il

Insieme per il Lazio: Manuedda promette e non mantiene

Insieme per il Lazio: Manuedda promette e non mantiene

CIVITAVECCHIA – Lo slittamento di altri 5 mesi della differenziata porta a porta, rimette al centro delle critiche l’assessore all’ambiente Manuedda che prima dell’estate avevo promesso che a novembre sarebbe iniziata.
«Fare promesse è semplice – commenta il gruppo di Insieme per il Lazio – ma a quanto sembra per l’Assessore Manuedda non è così facile mantenerle. Ma non domo, ripromette in prospettiva elettorale. Il porta a porta, la differenziata , cavallo di battaglia del locale M5S è al palo. Quella che era stata presentata dall’Amministrazione Cozzolino la vera e propria soluzione ai problemi legati allo smaltimento, al ricliclo cosciente dei rifiuti delle famiglie civitavecchiesi che poteva incidere favorevolmente sulle tariffe e sulla consapevolezza del cittadino, si è trasformato in un vero e proprio boomerang». 
Il gruppo capitanato da Enrico Luciani e dal consigliere Patrizio Scilipoti dichiara che: «Qualcosa non ha quindi funzionato e quel qualcosa è solo da individuare nella insipienza nell’amministrare, null’altro. Possibile ad esempio che Cozzolino e l’Assessore Manuedda non abbiano minimamente pensato che in fase di attualizzazione dell’accordo con Enel, invece di abbonare per un pugno di spiccioli i circa 300 Milioni di Euro per la sperimentazione dell’eolico, potevano all’epoca assicurarsi il supporto economico in iniziative atte a strutturare l’azienda comunale del settore igiene urbana, tecnicamente e quindi economicamente per l’avvio complessivo di questa importante fase per il ciclo dei rifiuti? Oramai è tutto piu’ che chiaro. Vivono alla giornata e nel frattempo chi ci rimette è solo la Città di Civitavecchia e i suoi cittadini, le giovani coppie, i pensionati ed i contribuenti tutti».  

ULTIME NEWS