Pubblicato il

''Km58 a Santa Marinella, si riveda la barriera di scogli''

''Km58 a Santa Marinella, si riveda la barriera di scogli''

Lo chiede ‘‘Il paese che vorrei’’ alla giunta Bacheca

S. MARINELLA – Il Movimento cittadino ‘‘Il Paese che Vorrei’’ invita l’amministrazione comunale a rivedere il progetto relativo alla realizzazione della barriera di scogli situata al km 58 della via Aurelia posizionata diversi anni fa, che molte proteste generò all’epoca, in quanto separò la spiaggetta adiacente al mare aperto. “Non è troppo tardi per intervenire – fanno sapere i responsabili del Movimento – infatti una modifica della barriera potrebbe ancora essere realizzata, ma il disinteresse di questa amministrazione si protrae a tutt’oggi, anche sul fronte del decoro ambientale. Infatti, oltre ai danni dovuti alla presenza delle barriere, tutta la zona d’accesso meridionale del nostro Comune versa in uno stato d’abbandono. Il ponte romano giace soffocato dalle sterpaglie, invisibile e non segnalato, i muri e i segnali stradali vandalizzati fanno bella mostra di sé offrendo una prima impressione assai poco attraente di Santa Marinella. Per sollevare il problema, abbiamo atteso la fine della stagione per evitare le solite polemiche sul darsi la zappa sui piedi e non scoraggiare i già pochi fruitori dell’arenile, ma è evidente che il nostro territorio ha bisogno di ripartire da zero. L’intervento effettuato al km 58 va rivisto, non possiamo rassegnarci e dare per persa una della nostre baie più belle. Molte aree del nostro Comune soffrono di analoghi problemi legati all’abitudine di mettere toppe estemporanee ed inutili quando invece avrebbero bisogno di essere ripensate nella loro totalità. I soldi sono pochi, si sa, ma dobbiamo deciderci a invertire la rotta. Tutto il nostro territorio ha bisogno di interventi di risanamento e riqualificazione, indispensabili se nei fatti e non solo nelle chiacchiere si vuole concretizzare un vero rilancio turistico ed economico della Perla del Tirreno”.

Gi.Ba.

ULTIME NEWS