Pubblicato il

Ferrovia Civitavecchia – Orte, Chiricozzi: "Riapertura fondamentale"

Ferrovia Civitavecchia – Orte, Chiricozzi: "Riapertura fondamentale"

Il  rappresentante del comitato per la riattivazione della tratta commenta il convegno all’Adsp

CIVITAVECCHIA – “La riapertura della linea ferroviaria Civitavecchia Orte diventa indispensabile per collegare Porto di Civitavecchia e Interporto centro Italia di Orte, per poi allacciarsi alla ferrovia Orte Falconara Ancona, se non si vuole compiere l’assurdità di far correre i tir da Civitavecchia ad Orte e viceversa”. Lo dichiara Raimondo Chiricozzi del Comitato per la riapertura della tratta ferroviaria che commenta il convegno che si è tenuto venerdì presso Molo Vespucci, aperto dalla firma dell’accordo di collaborazione tra le Authority di Ancona e Civitavecchia.

“Permette, inoltre – prosegue Chiricozzi – la creazione di turismo culturale e ambientale. Tutti hanno sottolineato che l’accordo propone la creazione di una rete infrastrutturale trasversale che collega il Mar Tirreno al Mar Adriatico, favorisce lo sviluppo nelle regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria ed è indispensabile per la realizzazione dei corridoi del mare e per allacciarsi alle grandi linee trans- europee. Il comitato della ferrovia da tempo insiste per la riapertura ritenendola indispensabile per la creazione di sviluppo e di turismo culturale e ambientale. La legge sulle ferrovie turistiche – aggiunge Chiricozzi – ne ha riconosciuto la validità. Per questo il comitato espreme valutazione positiva sul convegno organizzato perfettamente da di Majo e dai suoi collaboratori primo far tutti Antonio Nardegna. Di Majo, Giampieri, Cozzolino, D’Alessandro e Nardegna hanno rimarcato la necessità di sviluppare la connessione tra le varie modalità del trasporto viaggiatori, merci e turistico e il disegno strategico che considera la trasversalità delle infrastrutture necessaria per riproporre – conclude Chiricozzi – la grande riforma delle regioni con il loro accorpamento creando così la grande area di sviluppo del centro Italia tra le due autorità del mare”.

ULTIME NEWS