Pubblicato il

''Pascucci afferma il falso''

Grando risponde per le rime al sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci che era già intervenuto per sottolineare il mancato interesse nei mesi scorsi sul tema della palestra del Di Vittorio «Più volte ho chiesto l’intervento dei consiglieri metropolitani»

Grando risponde per le rime al sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci che era già intervenuto per sottolineare il mancato interesse nei mesi scorsi sul tema della palestra del Di Vittorio «Più volte ho chiesto l’intervento dei consiglieri metropolitani»

LADISPOLI – Non è passata inosservata la stoccata, la prima così palese dopo le elezioni di giugno, lanciata oggi dal sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci ad Alessandro Grando sul tema della palestra dell’alberghiero. Un tema per il quale oggi gli studenti sono scesi in piazza per protestare platealmente. In serata, con una nota affidata ai social, il sindaco Grando ha replicato a Pascucci.

Appare evidente che il clima che porta verso le elezioni inizia a dare i primi sentori anche a livello locale. Vedremo se questo sarà solo un caso sporadico o se lo scontro tra sindaci si inasprirà con l’avvicinarsi delle elezioni ragionali e politiche.

«Non sono disposto ad intraprendere una battaglia a mezzo stampa con il sindaco Pascucci, non mi interessa minimamente – ha affermato replicando il sindaco di Ladispoli Alessandro Grando.

«L’unica cosa che mi interessa, – ha continuato Grando – e per la quale sono stato eletto, è risolvere i problemi della mia Città, in questo caso capire le motivazioni di tanto ritardo nella realizzazione di una palestra per l’Istituto alberghiero preannunciata da anni.

Afferma il falso il sindaco Pascucci quando dice che in questi mesi non mi sono mai interessato della situazione dell’Istituto alberghiero e che non ho mai chiesto ai Consiglieri o all’Area metropolitana aggiornamenti in merito. Più volte in passato, sollecitato dagli studenti, ho avuto modo di chiedere informazioni a Consiglieri metropolitani sulla vicenda, in particolare al Consigliere Marco Silvestroni di Fratelli d’Italia, ed è qui che ho avuto la spiacevole sensazione che i nostri rappresentanti locali presso l’Area metropolitana non stessero facendo abbastanza».

«Quindi nessuna demagogia, contrariamente a quanto afferma Pascucci, – ha continuato il sindaco di Ladispoli -la mia vicinanza ai problemi dell’Alberghiero non è di facciata ma sostanziale, questa mattina in piazza al loro fianco dei ragazzi c’ero solo io.

Infine vorrei ricordare che non spetta a me produrre atti sostanziali in questo caso specifico, perché non è competenza del Comune di Ladispoli risolvere questa situazione vergognosa. È da oltre sei anni che l’Istituto alberghiero aspetta delle risposte concrete, quei famosi atti sostanziali di cui parla Pascucci, risposte che ad oggi non sono ancora arrivate con la gestione di centro sinistra prima e con la gestione grillina attuale.

Inoltre, la mia storia politica racconta che io non ho mai fatto demagogia e tanto meno ne avrei bisogno in questo momento. Sono stato eletto Sindaco da soli 5 mesi e ho davanti a me quattro anni e mezzo di mandato. La scadenza elettorale più vicina è quella delle regionali e non mi passerebbe mai per la testa di candidarmi per la poltrona di consigliere regionale, tradendo la fiducia dei cittadini che mi hanno appena eletto.

Vorrei chiudere questo siparietto tra Sindaci garantendo ad Alessio che mi troverà sempre sul campo per combattere battaglie a favore del nostro comprensorio.»

ULTIME NEWS