Pubblicato il

Raccolte nove tonnellate di alimenti

Raccolte nove tonnellate di alimenti

SOCIALE. Nel distretto Cerveteri-Ladispoli  la colletta alimentare ha fatto registrare un incremento del 13 per cento rispetto all’anno precedente. La referente di zona del Banco Alimentare Lazio Maria Giovanna Casertano: «Grazie ai 200 volontari scesi in campo, agli enti sostenitori dell’evento, ai punti vendita aderenti, ma soprattutto ai cittadini che hanno donato con cuore solidale

di TONI MORETTI

CERVETERI – Sabato scorso, circa duecento volontari di varie associazioni del distretto di Cerveteri e Ladispoli, si sono impegnati senza risparmio di energie, nella raccolta alimentare presidiando venti supermercati nelle due città. Maria Giovanna Casertano, referente di zona per  il Banco Alimentare Lazio Onlus, non nasconde la sua soddisfazione nell’annunciare il risultato ottenuto da ciò che si può definire il più concreto. Produttivo e libero atto di solidarietà di quei cittadini, e sono tanti, che decidono di fare un po’ di spesa in più, da donare per quelle famiglie, purtroppo sempre in crescita, che hanno difficoltà a provvedere anche al loro soddisfacimento del bisogno di cibo. Quanto raccolto, viene ripartito ad altre associazioni, tipo la Caritas o il Centro di Solidarietà, che materialmente provvedono al confezionamento dei pacchi di sostegno da distribuire ai nuclei famigliari segnalati dall’ufficio dei servizi sociali o anche a quelli che aggirano i servizi sociali del comune e si mettono in carico diretto alle associazioni autorizzate e che presentano delle certificazioni che attestano il loro stato di indigenza. «Quest’anno, – dice  Casertano  – abbiamo raccolto 8.875 kg  di alimenti vari con un incremento del tredici per cento rispetto all’anno precedente. Una grande avventura per niente scontata anzi capace di stupirci ogni volta. C’è da sottolineare la grande collaborazione offerta dalla Cri di Santa Marinella che ci ha messo a disposizione dei suoi magazzini a Furbara, che si potranno utilizzare fino a quando non saranno messi in condizione di agibilità quelli assegnati al Centro di Solidarietà . Ci tengo inoltre a sottolineare – continua  Casertano – che ogni grammo del cibo raccolto rimarrà in zona e sarà distribuito esclusivamente alle famiglie delle due città». Conclude col ringraziare tutti coloro che in forma singola e associata, hanno reso possibile questo successo: i volontari scesi in campo, i punti vendita che hanno aderito, gli enti che hanno sostenuto e sponsorizzato l’evento, ma soprattutto i cittadini che hanno donato con cuore solidale.

ULTIME NEWS