Pubblicato il

''Soddisfatti che la Faggeta diventerà monumento naturale''

Il presidente dell’Università Agraria di Allumiere, Pietro Vernace, commenta l’importante risultato atteso da anni

Il presidente dell’Università Agraria di Allumiere, Pietro Vernace, commenta l’importante risultato atteso da anni

ALLUMIERE – «Siamo felicissimi che la Faggeta di Allumiere diventerà finalmente monumento naturale». Ad esprimersi così il presidente dell’Università Agraria di Allumiere, Pietro Vernace il quale plaude ai due consiglieri regionali Gino De Paolis e Marta Bonafoni. Importanti passi avanti nell’ultimo periodo hanno accelerato il cammino della meravigliosa e unica Faggeta di Allumiere verso la sua proclamazione a Monumento Naturale. Come sottolineato nella nota del Capogruppo Insieme per il Lazio Gino De Paolis sono stati molti gli attori che hanno contribuito a questo progetto partito già nel 2013. Sempre seguito con attenzione dallo stesso De Paolis e dalle amministrazioni del Comune e dell’Università Agraria di Allumiere questo progetto sancisce l’importanza della Faggeta di Allumiere per le sue peculiarità ecosistemiche e per la sua ricchezza floro-faunistica fornendo ulteriori possibilità alla sua tutela e alla sua valorizzazione. Il Presidente dell’Agraria di Allumiere Pietro Vernace si dice soddisfatto di aver partecipato a questa importante decisione: “Manca veramente poco a questo riconoscimento. Ne siamo orgogliosi, io e tutta l’Università Agraria ringraziamo chi ha seguito negli anni precedenti questo lungo iter con caparbietà e abnegazione. Sicuramente si aprono nuovi spunti di riflessione sul territorio, giacché questo riconoscimento al Faggeto arriva a così breve tempo dalla firma dell’accordo con Tolfa e con Città del Bio per il Biodistretto, e sarà possibile implementare ancora quell’idea di sviluppo ecosostenibile che ci anima ma la cosa più importante è che sarà possibile ancora meglio proteggere il Faggeto perché senza di lui Allumiere perderebbe gran parte della sua anima.” Faggeta di Allumiere verso la sua proclamazione a Monumento Naturale. Come sottolineato nella nota del Capogruppo Insieme per il Lazio Gino De Paolis sono stati molti gli attori che hanno contribuito a questo progetto partito già nel 2013. Sempre seguito con attenzione dallo stesso De Paolis e dalle amministrazioni del Comune e dell’Università Agraria di Allumiere : «Qesto progetto sancisce l’importanza della Faggeta di Allumiere per le sue peculiarità ecosistemiche e per la sua ricchezza floro-faunistica fornendo ulteriori possibilità alla sua tutela e alla sua valorizzazione». Il presidente dell’Agraria di Allumiere Pietro Vernace si dice soddisfatto di aver partecipato a questa importante decisione “Manca veramente poco a questo riconoscimento. Ne siamo orgogliosi, io e tutta l’Università Agraria ringraziamo chi ha seguito negli anni precedenti questo lungo iter con caparbietà e abnegazione. Sicuramente si aprono nuovi spunti di riflessione sul territorio, giacché questo riconoscimento al Faggeto arriva a così breve tempo dalla firma dell’accordo con Tolfa e con Città del Bio per il Biodistretto, e sarà possibile implementare ancora quell’idea di sviluppo ecosostenibile che ci anima ma la cosa più importante è che sarà possibile ancora meglio proteggere il Faggeto perché senza di lui Allumiere perderebbe gran parte della sua anima».

Rom. Mos.

ULTIME NEWS