Pubblicato il

Femminicidio, successo della manifestazione ad Allumiere

Femminicidio, successo della manifestazione ad Allumiere

Anche in collina importante risposta alle iniziative contro la violenza sulle donne

ALLUMIERE – Allumiere contro la violenza. Grande successo ad Allumierevper la manifestazione tenutasi domenica in collina per ricordare la Giornata Mondiale contro la violenza sulle fonne. La Dance World di Gabriella Moroni domenica ha voluto dare il suo contributo, per ricordare le vittime della violenza sulle donne, con lo spettacolo “L’arte contro il femminicidio”. In uno spazio spoglio, con l’utilizzo di musica, ombre e luci, le allieve e gli allievi della scuola di danza di Allumiere con le coreografie di Gabriella Moroni e Dorella Leoni, hanno cercato di utilizzare simbolicamente il corpo per lottare contro il femminicidio e la violenza psicologica. «Un grazie all’assessore alla Cultura e alle Pari Opportunità, Brunella Franceschini – spiegano dalla Dance World e alle donne dell’associazione Se non ora quando». Emozionantine coinvolgenti le coreografie della scuola di danza collinare: sulle notte di «Gli uomini non cambiano» e la «Storia di Marina» (quest’ultima coreografia ricca di luci, ombre e gesti è stata veramente qualcosa di eccezionale). Frte e drammaticamente reale la rappresentazione teatrale portata in scrna salle attrici della Compagnia Scatola Folle diretta da Massimo Curci. Il cast ha narrato con maestria tre storie realmente accadute con protagoniste donne di culture diverse, ma tutte e tre storie di violenza e soprusi. Molto signigicativo l’intermezzo con l’intervento dell’assessore Franceschini sulla «necessità di reimpostare una nuova forma di educazione ai sentimenti: educazione alla gentilezza, al rispetto, al confronto pacifico e alla parità». Importante anche il contributo di Luisa Pinna (Snoq) che ha fatto un excursus sull’origine del giorno internazionale contro la violenza sulle donne e la necessità di una svolta culturale. Da brivudi gli interventi dei poeti dell’associazione APA sempre sul tema ovviamente. Suggestiva inoltre l’ambientazione al Palazzo della Reverenda Camera Apostolica: arte e storia per dire ‘’No alla violenza sulle donne’’. Importante il messaggio dell’assessire Franceschini «Alle bambine e alle donne ribelli di tutto il mondo: sognate più in grande, puntate più in alto, lottate con più energie e nel dubbio, ricordate sempre, avete ragione voi» tratto dalle pagine “Storie della anotbambilli”. (Rom. Mos.)

ULTIME NEWS