Pubblicato il

Luciotti, giallo sulla esclusione dalla graduatoria

Luciotti, giallo sulla esclusione dalla graduatoria

Si arricchisce di particolari la incredibile storia di Giorgio Luciotti, costretto a vivere in auto da mesi e salito alla ribalta delle cronache nazionali negli ultimi giorni. Sembrerebbe, infatti, che Luciotti potrebbe esser una delle tante vittime della malaburocrazia. La sua incredibile storia potrebbe essere infatti frutto di un errore amministrativo del Comune di Civitavecchia, già ampiamente segnalato ed illustrato anche da un legale ormai un anno fa. «Nel dicembre 2016 – spiega l’avv. Viviana Serra – a seguito di alcuni colloqui con il personale dell’Assessorato ai Servizi Sociali, cercai di spiegare perché la esclusione del signor Luciotti dalla graduatoria di assegnazione degli alloggi era stata condotta in violazione di Legge. Il Comune, a nostro giudizio, aveva infatti violato la norma che disciplina il settore della Edilizia Residenziale Pubblica e le assegnazione degli alloggi. La Legge prevede che per avere diritto ad un alloggio, il richiedente (o un membro della sua famiglia) non abbiano disponibilità di un alloggio adeguato. Il Comune, quindi, ritenendo che l’alloggio del figlio di Luciotti fosse adeguato» ad ospitare anche il padre, decise di estrometterlo dalla graduatoria. Ma l’errore è oggettivo. E’ sufficiente considerare che l’alloggio del figlio (40 mq circa), non è «adeguato» per ospitare due famiglie».

ULTIME NEWS