Pubblicato il

Pietro Tidei inaugura la sede elettorale

Pietro Tidei inaugura la sede elettorale

ELEZIONI. Domani pomeriggio alle 16,30 lungo la statale Aurelia s’insedia la macchina organizzativa del candidato sindaco L’ex parlamentare del Pd riparte dalla città che ha lasciato dieci anni fa

di GIAMPIERO BALDI

SANTA MARINELLA – Domani pomeriggio inizia la vera e propria campagna elettorale del candidato sindaco Pietro Tidei, che alle 16,30 inaugurerà la sede elettorale collocata lungo la Statale Aurelia in pieno centro cittadino, dove si insedierà la macchina organizzativa in preparazione delle elezioni comunali del maggio 2018. Dopo l’esperienza del 2008, dunque, l’ex parlamentare del Pd riparte proprio da quella città che aveva lasciato dieci anni fa quando, con un colpo gobbo, venne sfiduciato da 11 consiglieri, alcuni della sua stessa maggioranza. «Oggi torno di nuovo a Santa Marinella – spiega Tidei – perché vorrei continuare il lavoro che ho dovuto lasciare dieci anni fa. Ho lasciato un bilancio in pari e questa maggioranza ha creato 20 milioni di debiti. Stanno dicendo di aver concluso molte opere pubbliche, ma quelle vere le ho iniziate io e per chi non ricorda le dico ora. Progettazione e finanziamento del Ponte dei Carabinieri, sistemazione e apertura della piscina comunale, interventi straordinari su tutte le scuole cittadine, costruzione del nuovo campo sportivo in erba, acquisizione dell’area e realizzazione della 167 che ha cambiato il volto alla frazione di Santa Severa, abbattimento delle serre Volpi sulle quali erano previsti servizi pubblici che ancora sono all’anno zero, realizzazione del prolungamento di via Rucellai nel suo primo tratto con parcheggi annessi. Il castello di Santa Severa ha vissuto in quei due anni la sua stagione più felice con rassegne di spettacoli e attività culturali, abbiamo avviato i lavori dell’antiquarium della Manica Lunga, abbiamo lasciato decine di progetti che avrebbero fatto rinascere S. Marinella quali quelli sulle spiagge, l’orto botanico con centro di talasso terapia, il completamento a stralci della Express Way, l’accordo per la demolizione e la riqualificazione del Cementificio, i piani di riqualificazione della Quartaccia e della Perazzeta, la progettazione del nuovo Municipio, la soluzione definitiva del problema idrico con il passaggio del servizio ad Acea Ato 2, il completamento del lungomare di Santa Severa e di Lungomare Marconi, la nascita della Multiservizi con conseguente stabilizzazione di tutti i precari che erano stati precedentemente assunti e che rischiavano il licenziamento, la progettazione per il recupero e la riqualificazione dell’area circostante alla foce del fosso Sciatalone”. “Ora – conclude Tidei – dobbiamo invece risanare il bilancio, rilanciare il turismo, chiedere fondi europei per i grandi progetti per dare a questa città un futuro migliore”.

ULTIME NEWS