Pubblicato il

Una petizione per Tari e sicurezza

I cittadini di case sparse chiedono maggiori controlli e la riduzione della tassa

I cittadini di case sparse chiedono maggiori controlli e la riduzione della tassa

LADISPOLI – Maggiore sicurezza e un controllo sul servizio di raccolta differenziata e costo della Tari. Questo chiedono gli abitanti di case sparse che questa mattina, attraverso una delegazione, ha protocollato una lettera sottoscritta da oltre 250 abitanti.

Firme raccolte in una sola settimana proprio per fronteggiare l’emergenza sicurezza.

Nella lettera indirizzata al Sindaco Grando, al delegato Fioravanti, all’assessore alla sicurezza Mollica e a tutto il consiglio comunale, si richiede di istituire un tavolo di lavoro permanente attivo, dove poter portare avanti le criticità di zona; sicurezza delle zone decentrate facendo riferimento ai ‘‘Patti per la sicurezza’’ firmati con l’accordo quadro del 20 marzo 2007 tra Ministero dell’interno e ANCI; un calendario di raccolta differenziata uguale per tutto il comune;ed infine la riduzione Tari come previsto da ART.59 comma 4 e 6 del DLGS n 507 del 1993.

“Le richieste – spiegano i cittadini –  nascono da un’attenta analisi effettuata, sono state condivise e approvate nei due incontri svolti nella parrocchia di San Nicola, tra tutti i presenti e spiegate a tutti quelli che hanno firmato a favore. Anche il delegato all’agricoltura Gianfranco Fioravanti a condiviso tali richieste. Restiamo in attesa di una risposta da parte del Sindaco e confidiamo in un incontro a breve termine”.

ULTIME NEWS