Pubblicato il

D'Ottavio: Emanuele La Rosa non vive a Civitavecchia se difende l'operato della Giunta

D'Ottavio: Emanuele La Rosa non vive a Civitavecchia se difende l'operato della Giunta

Continua il botta e risposta tra maggioranza e Forza Italia sulle municipalizzate. Dopo la risposta di La Rosa che invitava Forza Italia a tacere sull’argomeno viste le assunzioni fatte nei governi retti dal partito azzurro, è Roberto D’Ottavio a replicare al consigliere. «Leggiamo le riflessioni del consigliere Emanuele La Rosa e ci sorgono alcune domande.  Ma lei, vive a Civitavecchia» si chiede il coordinatore azzurro. Sempre D’Ottavio chiede a La Rosa: «È forse falso che avete detto ai fornitori di prendere il 20% in cinque anni della loro fattura? Siete coscienti che significherebbe, per loro, fallimento? Possiamo chiedere quanto è costato il piano di concordato? e come sono stati presi questo fantomatici professionisti, poi scappati? È falso dire che si è fatto uno sconto di 300 milioni di euro ad Enel? Ed è falso dire che avevate dichiarato in nome di una politica ambientalista (o meglio falsa ambientalista) che non prendevate i quattro spicci, che poi avete regolarmente preso, perché sporchi di sangue? ancora: sbagliamo o la centrale è ancora aperta, sì proprio quella aperta con tanta sofferenza da De Sio? E proprio voi parlate di poltrone? Avete fatto di tutto pur non perdere 1800 euro al mese che vengono presi dai vostri assessori». D’Ottavio continua ad incalzare nella nota stampa La Rosa parlando del fondo immobiliare e del decoro urbano concludendo poi così: «Se la giunta Cozzolino avesse fatto il 10% della giunta De Sio, saremmo in una situazione migliore. Invece tra le poche notizie positive di questi ultimi anni, occorre ringraziare ancora una volta il centrodestra che con la sua opposizione ha sventato un’invasione incontrollata di immigrati».

ULTIME NEWS