Pubblicato il

Gentili attacca l’amministrazione

Mobilitazioni delle sigle sindacali sui lavoratori del comune di Bracciano

Mobilitazioni delle sigle sindacali sui lavoratori del comune di Bracciano

di GRAZIAROSA VILLANI

BRACCIANO – Nuovo capitolo nella querelle tra il sindacato Uil Fpl e Comune di Bracciano. Un braccio di ferro si era verificato settimane fa. Ma ora il sindacato è passato ai fatti e in una voluminosa nota di 47 pagine scrive a varie istituzioni. Sulla vicenda interviene Claudio Gentli, consigliere comunale di per un’altra Bracciano in una nota.

«Condividiamo appieno – dice Gentili – quanto segnalato oggi con decisione dal sindacato Uil FPL sulla situazione dei dipendenti del Comune di Bracciano e ci auguriamo che le istituzioni alle quali sono state portate a conoscenza le segnalazioni di illegittimità delle revoche e delle assegnazioni di incarichi dirigenziali adottino al più presto dei provvedimenti».

«A guidare l’amministrazione comunale di Bracciano – commenta Gentili – non sono i principi sanciti dall’articolo 97 della Costituzione del buon andamento e dell’imparzialità bensì un atteggiamento altamente ad personam e fortemente persecutorio nei confronti dei dipendenti. Ora a certificare le nostre preoccupazioni arriva la decisa presa di posizione del sindacato che pone in evidenza violazioni di legge e del contratto nazionale.

Per il Comune di Bracciano, e per tutti i cittadini che amministra, potrebbero esserci pesanti ripercussioni in caso di vertenze sindacali.L’attuale amministrazione, da quando è in carica – sottolinea ancora Gentili – ha trasformato il Municipio in un palazzo dei veleni mentre nessun progetto di rilancio e di sviluppo è stato avviato per Bracciano, sempre più alla deriva.

Il Municipio è e deve essere – conclude Gentili – la casa di tutti i braccianesi e questa giunta la deve smettere di considerarla invece come uno strumento proprio, piegato agli interessi dei soli amministratori e dei loro accoliti».

ULTIME NEWS