Pubblicato il

Il circolo Pd rivendica la paternità dei lavori alla stazione

È scontro tra partito democratico ladispolano e il consigliere di maggioranza Giovanni Ardita

È scontro tra partito democratico ladispolano e il consigliere di maggioranza Giovanni Ardita

LADISPOLI – «Facciamo chiarezza sul rinnovamento della stazione ferroviaria, unitamente ad un aggiornamento sui trasporti. Il Circolo PD di Ladispoli puntualizza e documenta, visto che qualche Consigliere comunale dell’attuale maggioranza si vuole appropriare del lavoro fatto da altri in precedenza. Pertanto, per giusta e unanime conoscenza, pubblichiamo di seguito il comunicato della precedente Amministrazione inviato agli organi di informazione nel febbraio 2017».

«La ristrutturazione della stazione ferroviaria di Ladispoli al centro di un incontro che si è svolto nei giorni scorsi alla Pisana con i responsabili di area di Rete ferroviaria Italiana (RFI) – si legge nel comunicato dell’amministrazione Paliotta – Alla riunione, che si è svolta presso l’Assessorato Regionale alla Mobilità, erano presenti, oltre al sindaco Crescenzo Paliotta, Fabio Lazzara della Segreteria dell’Assessore Civita, Andrea Esposito della Direzione Commerciale di RFI, l’architetto Matteo Mucci, per RFI e l’ingegner Ciprigno, autore di una tesi di Laurea che aveva come oggetto la trasformazione edilizio-urbanistica di tutta l’area intorno alla stazione ferroviaria. Rete ferroviaria Italiana –ha commentato il sindaco Paliotta– ha confermato l’inserimento di Ladispoli nell’elenco delle 81 stazioni del Lazio che subiranno un completo rinnovamento nell’estetica e nei servizi, a cominciare dal rialzo dei marciapiedi e nel rifacimento dei bagni. Si è poi valutata la necessità, considerato il numero dei passeggeri, di un secondo sottopasso all’altezza di via Trieste e di altre aree a parcheggio da ricavare negli spazi non utilizzati nell’area della Stazione. Per la trasformazione di tutta l’area intorno all’impianto sarà il Comune a valutare l’ipotesi di un project che veda la partecipazione di Comune, RFI e operatori privati. All’incontro in Regione seguirà ora un sopralluogo a Ladispoli con i tecnici di RFI per una prima valutazione della fattibilità tecnica. La prima fase dei lavori –ha concluso Paliotta– è stata già finanziata da RFI per 5 milioni e si avvierà entro il 2017».

ULTIME NEWS