Pubblicato il

Leodori: “Contro i fumi delle navi mi sono subito attivato”

Il consigliere regionale risponde alle accuse di Menditto: “Le commissioni sono al lavoro da tempo”

Il consigliere regionale risponde alle accuse di Menditto: “Le commissioni sono al lavoro da tempo”

CIVITAVECCHIA – Porrello si associa alle parole di Menditto circa la discussione del piano di risanamento dell’aria. Il presidente della massima assise civitavecchiese ha già scritto al presidente del consiglio regionale del Lazio Leodori, per definire inopportuno il fatto di avere ignorate le richiesta della comunità locale circa l’inquinamento prodotto dai fumi delle navi in fase di definizione del Piano della qualità dell’aria.

Il consigliere regionale del M5S incalza la Pisana: “Mi unisco alla richiesta di Menditto – afferma Porrello – pur consapevole che ormai in questa legislatura non ci sono più i tempi tecnici e che la discussione di questo piano sarà uno dei primi atti che dovrà affrontare la nuova Giunta e il nuovo consiglio che usciranno dalle prossime elezioni regionali, mi auguro a maggioranza M5S, così da avere finalmente al governo una forza politica realmente interessata alla tutela della salute dei propri cittadini anche attraverso la cura del loro ambiente di vita e non solo al loro voto”.

Immediata la replica di Daniele Leodori: “Nello svolgimento del mio mandato di presidente del consiglio regionale del Lazio credo di essere stato sempre attento alle istanze dei cittadini della nostra comunità e rispettoso verso tutte le istituzioni rappresentative dei territori. La deliberazione votata dal consiglio comunale di Civitavecchia , che ha sottoposto all’esame del consiglio regionale voti che prospettano l’esigenza di modificare il Piano della qualità dell’aria – si legge nella nota –  è stata annunciata all’aula nella prima seduta utile, dopo il recepimento dell’atto e subito assegnata alle commissioni regionali competenti per la relativa presa in considerazione. Sarà mia cura – prosegue Leodori – sollecitare i presidenti degli organi in questione a provvedere ma nel contempo rivendico di avere sempre rispettato il regolamento e le prassi dell’assemblea regionale. Pertanto- conclude – respingo con decisione le accuse mosse nei miei confronti dal presidente del Consiglio comunale di Civitavecchia”.

ULTIME NEWS