Pubblicato il

Nomura, chiuso il contenzioso

Nomura, chiuso il contenzioso

Ratificata ieri in consiglio comunale la variazione di bilancio. Dubbi sulla delega a Pantanelli e sul Cda della Csp

CIVITAVECCHIA – Chiusa il contenzioso con Nomura. Una comunicazione importante da parte de sindaco Cozzolino che ha aperto il consiglio comunale di ieri pomeriggio che si è svolto presso l’aula Calamatta. “Hanno chiuso – spiegano dall’amministrazione – con reciproca soddisfazione, la controversia tra le stesse in essere in relazione ai contratti in strumenti finanziari derivati stipulati nel periodo tra il 2003 e il 2005. Il comune di Civitavecchia e Nomura, senza riconoscimento di responsabilità alcuna, hanno raggiunto un accordo completamente soddisfacente per entrambe le parti che consente loro di evitare un lungo contenzioso ed i conseguenti ingenti costi”. Un accordo di riservatezza ha impedito al Sindaco di dare ulteriori dettagli, specie sulle cifre che Palazzo del Pincio andrà a risparmiare.

Dopo alcuni interventi ha preso la parola il consigliere di minoranza Alessandra Riccetti chiedendo un’inversione dei lavori, poi negata, e proponendo una mozione in cui si chiede di non procedere  con la costituzione del Cda della Csp «come – ha ricordato – promesso dall’ex assessore Savignani» e di utilizzare i circa 260mila euro inseriti nella riorganizzazione per alleggerire la posizione dei lavoratori a cui è stata ‘‘chiesto’’ il sacrificio della giornata di solidarietà: 14 contrari e 5 favorevoli. Momenti di tensione quando a prendere la parola è il consigliere Grasso con la sua interrogazione riguardante la presenza dell’ex assessore Massimo Pantanelli all’interno di una seduta di commissione urbanistica. «Chiedo al Sindaco – ha detto il leader de La Svolta Massimiliano Grasso – se c’è una delega o meno».

Ma Cozzolino ha delegato il consigliere Floccari a rispondere che ha svelato l’arcano. «Pantanelli era presente come delegato in quanto tecnico della materia. La sua delega è ‘‘Supporto tecnico all’amministratore unico Csp su logistica e mobilità’’». Grasso si è chiesto come la delega fosse inerente alla commissione urbanistica e ha ricordato che la presenza alle riunioni è riservata a consiglieri, Sindaco e assessori (se delegati). Molte polemiche e giustificazioni che non convincono. Poi l’assessore Florinda Tuoro è passata a spiegare la variazione al bilancio. «Per il 2017 parliamo di 6 milioni di euro. Per il 2018 – ha detto -180mila mentre per il 2019 di 610». Nello specifico le entrate più sostanziose riguardano: 1 milione di entrate degli anni precedenti in avanzo vincolato (800mila per l’ultima trance della differenziata e 160mila per manutenzione stradale) e 3 milioni  previsti di recupero evasione. Ratifica approvata.

ULTIME NEWS