Pubblicato il

Università Agraria di Tolfa, assegnati i lotti

Nei giorni scorsi si è svolto il sorteggio per l’affidamento dei terreni Il presidente Marco Santurbano ha accolto le istanze dei cittadini

Nei giorni scorsi si è svolto il sorteggio per l’affidamento dei terreni Il presidente Marco Santurbano ha accolto le istanze dei cittadini

TOLFA – Si è svolto nei giorni scorsi il sorteggio per l’assegnazione terreni dell’Università Agraria di Tolfa. L’Ente collinare per la prima volta dal 1936 ad oggi ha effettuato il bando per l’affidamento in concessione d’uso dei terreni di sua proprietà. Il presidente dell’Ente collinare, Marco Santurbano e la sua giunta hanno accolto le istanze dei cittadini e attraverso questo bando hanno assegnato gran parte dei 36 ettari suddivisi in 18 lotti dai 0,4 agli 8 ettari ciascuno nelle località La Guardia, Pian Ceraso, Marano, Baldone, Rimessa della Fiera, Orsara, Pian de Santi, Cavette del Gesso, Monte Castagno.

Alcuni lotti non sono stati assegnati per mancanza di richieste; nel giro di pochi mesi, la giunta Santurbano assegnerà altri terreni con un secondo bando anche perché, nel frattempo, sono stati resi disponibili altre particelle che, insieme a quelle non assegnate e ad eventuali terreni rinunciati, saranno di nuovo riassegnati agli utenti con la stessa procedura.

L’Università Agraria di Tolfa con questi bandi vuole favorire l’accesso all’uso dei terreni di proprietà per l’utilizzo ad uso familiare, con esclusione delle attività tradizionali di allevamento bovino (linea vacca-vitello), equino e asinino, come previsto sul regolamento dell’Ente. Affidando in concessione d’uso questi lotti l’Agraria di Tolfa favorisce la produzione agricola familiare sostenibile e compatibile con la vocazione rurale ambientale e paesistica del sistema territoriale tolfetano, nonchè la diversificazione della produzione anche attraverso la messa a coltura di prodotti e processi innovativi attinenti sia la coltivazione dei terreni che l’esercizio dell’allevamento. Tra gli altri obiettivi di quest’assegnazione vi è la riduzione di spesa per il consumo di prodotti agricoli delle famiglie tolfetane, lo sviluppo dell’agricoltura locale e il mantenimento dell’habitat tipico del paesaggio dei Monti della Tolfa e l’esercizio dell’agricoltura a basso impatto ambientale. (Rom. Mos.)

ULTIME NEWS