Pubblicato il

Informatizzazione dei servizi comunali

CERVETERI – Il problema che l’amministrazione si è posto con l’obiettivo di risolverlo prima della fine dell’anno, è stato quello di disegnare un nuovo rapporto tra cittadino e burocrazia-macchina amministrativa del comune per rendere tutto più veloce, più trasparente e più fruibile con tempi minori rispetto agli attuali, anche da casa.  (agg. 03/01 ore 10.30) segue

L’INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI. «L’arrivo in città della fibra ottica ci consente finalmente di innovare i servizi informatici –  dice il vicesindaco Giuseppe Zito – Sarà una rivoluzione all’interno della macchina amministrativa ma soprattutto nei rapporti con i cittadini.  Mi auguro che nel 2018 potremo aver completato l’iter amministrativo e tecnico che ci consentirà di dare la possibilità al cittadino di fare ogni pratica possibile direttamente dal suo pc, tablet o telefonino. Dalla carta d’identità alla verifica e pagamento dei propri tributi locali».  Prima delle vacanze natalizie, infatti, la Giunta Comunale  ha approvato degli atti di indirizzo che cambieranno radicalmente il rapporto tra cittadino e Comune con l’intento di voler dare  un taglio netto col passato. «Inizia la stagione della digitalizzazione e dei servizi on-line. Senza però trascurare coloro che continuano a recarsi allo sportello», commenta così il vicesindaco, Giuseppe Zito, gli atti a sua firma approvati il 21 dicembre.
«L’arrivo in città della fibra ottica – continua Zito –  ci consente finalmente di innovare i servizi informatici. Sarà una rivoluzione all’interno della macchina amministrativa ma soprattutto nei rapporti con i cittadini.Mi auguro che nel 2018 potremo aver completato l’iter amministrativo e tecnico che ci consentirà di dare la possibilità al cittadino di fare ogni pratica possibile direttamente dal suo pc, tablet o telefonino. Dalla carta d’identità alla verifica e pagamento dei propri tributi locali. Bisogna considerare – spiega Zito – infatti che molti uffici ancora sono sprovvisti di software gestionali, come ad esempio gli uffici tecnici ai quali si dovrà dare finalmente degli strumenti utili congeniali per loro e per i cittadini, professionisti e imprese che ci lavorano. Un nuovo software permetterà a cittadini e utenti di avviare la loro pratica direttamente da casa e in qualsiasi momento accedere alla piattaforma per vedere a che punto si trova». (agg. 03/01 ore 11)

ADDIO AGLI UFFICI IN AFFITTO. Si potrebbe obiettare che non tutti sono in grado di usare queste nuove tecnologie sia per incapacità che per mancanza di possesso degli strumenti necessari ma è Zito ancora che rassicura tutti: «Con questo non significa che trascureremo cittadini che non utilizzano le nuove tecnologie. Abbiamo deciso di disdire tutti gli uffici in affitto per poter prendere una nuova struttura che ci consenta di ospitare gli Uffici a sportello. Non è possibile pensare che chi deve fare un certificato o un avere informazioni su un tributo locale debba attendere sotto il sole cocente o al freddo e al gelo in base alla stagione. Il nuovo bando che espleteremo ha l’obbiettivo di restituire agli uffici maggiore dignità per tutti, cittadini e dipendenti». (agg. 03/01 ore 11.30)

ULTIME NEWS