Pubblicato il

Altre 10 mila euro per la messa in sicurezza di Caerelandia

CERVETERI –  Con una ulteriore determina, la 2115 del 18 dicembre scorso,  per un importo che supera di poco i diecimila euro,  alla ditta Marocchini scavi Srl viene affidata l’installazione di una parte della recinzione e del cancello di ingresso nonché la realizzazione di camminamenti in pietrisco ove in precedenza erano ubicati quelli in cemento demoliti. Questo per l’area Caerelandia  dove si prosegue, sembra a marce forzate, sullo sgombero dei materiali da risulta lasciati dalla società Bonder Sas  società che a seguito di un contestatissimo contenzioso legale sviluppatosi col comune di Cerveteri, per ordine del giudice ha dovuto abbandonare l’area in concessione dove gestiva un parco giochi per bambini. (agg. 03/01 ore 18.32) segue

LA PROTESTA DELLE MAMME. L’interruzione improvvisa del servizio ha scatenato una notevole protesta da parte delle mamme che non entrando nelle dinamiche legali e negli ingarbugliamenti burocratici della politica hanno avvertito due esigenze immediate per le quali hanno fatto rimostranze all’amministrazione. La prima la messa in sicurezza dell’area lasciata devastata e piena di pericoli per l’incolumità di chi avesse avuto idea di entrarci e la seconda la restituzione del parco ai bambini. (agg. 03/01 ore 19)

IL RIPRISTINO DELL’AREA. Per il ripristino dell’area e la sua messa in sicurezza si procede con l’affidamento dei lavori ad una ditta specializzata da parte del comune riservandosi di chiamare in danno la ex concessionaria e i lavori sono cominciati. Per la seconda è bastata una promessa del sindaco Pascucci alle telecamere di “Striscia la Notizia” dove, con grande disappunto dei soci della Bonder  Sas, le verità giudiziali hanno avuto la meglio sulle verità personali  rendendo non interessante riportarle. (agg. 03/01 ore 19.30)

ULTIME NEWS