Pubblicato il

Ancora discariche abusive nelle zone collinari della Perla

Ancora discariche abusive nelle zone collinari della Perla

Piovono denunce da parte dei cittadini

SANTA MARINELLA – Nonostante le continue segnalazioni e i sopralluoghi delle associazioni di volontariato predisposte al controllo del territorio cittadino, c’è ancora chi continua a creare discariche abusive di rifiuti pericolosi e ingombranti nelle zone collinari della Perla. Per chi si addentra nelle aree più a monte della città è facile che incontri decine di mucchi di materiali di ogni genere, lasciati sul posto da furgonisti dallo scarso senso civico, ma anche da cittadini comuni che evidentemente non sono informati che esiste un’isola ecologica titolata a ricevere determinati tipi di rifiuti differenziati. (agg. 04/01 ore 12.12) segue

LE DENUNCE. Partono quindi le denunce da parte dei cittadini, soprattutto quelli residenti nei pressi di questa sorta di depositi abusivi, che non intendono più sopportare una situazione del genere. Nel corso di sopralluoghi effettuati sono state delimitate diverse zone in cui stazionano decine di discariche abusive con la presenza di amianto, rifiuti edili e ingombranti e materiali di varia natura. Tutte discariche più volte segnalate al Corpo Forestale dello Stato. Una situazione ai limiti del paradosso, che non consente di trovare una soluzione definitiva. (agg. 04/01 ore 12.40)

MANCANO I CONTROLLI. Le telecamere non funzionano, la zona è ampia e non sono sufficienti i controlli degli addetti alla vigilanza. Spesso succede che sono gli stessi residenti a dover intervenire personalmente per costringere i scaricatori abusivi a riportare indietro i rifiuti. Cassoni di eternit, residuati di lavori edilizi, elettrodomestici arrugginiti, rifiuti pericolosi come il catrame e i contenitori degli anticrittogamici abbandonati nei pressi del Liceo che è da considerare zona altamente pericolosa. (agg. 04/ 01 ore 13)

ULTIME NEWS