Pubblicato il

Granaretto, nuovi ritrovamenti

Granaretto, nuovi ritrovamenti

Fiumicino. Prosegue l’attività di scavo nella zona. L’area della vecchia via Aurelia è privata, difficile un esproprio da parte del Comune

GRANARETTO – «Il ritrovamento della Via Aurelia è frutto di scavi archeologici preventivi ed obbligatori per una qualsivoglia futura progettazione. Che si estenda per chilometri solo il buon Dio può saperlo». A parlare è l’architetto Laura Capponi, Direttore dei Lavori nel cantiere dove è stato rinvenuto uil basamento della via Aurelia Antica. Le linee tracciate sulle foto pubblicate – spiega – non corrispondono al tracciato che si sta studiando, e che verrà eventualmente reso pubblico in seguito. «Sul fatto che il Comune possa fare la sua parte – prosegue l’architetto Capponi – la vedo dura: proprietà privata, espropri, futura gestione…  Che un privato non possa gestirlo, così come privata è l’area?» Una domanda sospesa, che testimonia quanto importante sia il ritrovamento. Che, a quanto pare di capire, non è il solo.

ULTIME NEWS