Pubblicato il

Gli studenti ricordano Nicole Lelli

La ‘‘Corrado Melone’’ contro il femminicidio

La ‘‘Corrado Melone’’ contro il femminicidio

LADISPOLI – Il 24 novembre scorso alcune classi dell’Istituto Comprensivo “Corrado Melone”, fra cui anche la 3M, si sono recate nella stretta Sala Teatro della scuola per assistere ad un incontro con Giovanni Lelli e Maria Grazia Di Bari, per parlare di femminicidio e ricordare Nicole Lelli, una ragazza vittima di questo fenomeno terribile che in Italia sta diventando preoccupante.

«Nella Sala – raccontano gli studenti che hanno partecipato all’incontro –  abbiamo notato uno striscione con la foto di Nicole e una frase che porteremo sempre con noi: “Quello che c’è in fondo al cuore non muore mai!”.

L’11 luglio nacque una stella che purtroppo si spense presto, all’età di 23 anni. Continua a splendere dentro di noi Nicole, una giovane donna che riteneva importante la propria libertà che le fu tolta proprio da chi avrebbe dovuto amarla. La cronaca racconta che nella notte fra il 15 e il 16 novembre 2015, l’ex marito di Nicole si è presentato in un locale dove la ragazza stava trascorrendo la serata e, con la scusa di doverle parlare, sono saliti in macchina. Una volta lì, l’uomo le ha sparato in testa. Yoandris, un anno più grande di lei, non aveva accettato che lei l’avesse lasciato, non essendo più sicura di questa relazione. Dopo l’assassino si è costituito alla polizia».

«Noi ragazzi della 3M – continuano gli studenti nel loro racconto –  abbiamo presentato alcune nostre riflessioni e mostrato alcuni cartelloni; tre alunne della 3E hanno letto i propri elaborati ispirati al tema. Infine un nostro compagno di classe ha letto una poesia di Estefania Mitre, dal titolo “Ti meriti un amore che ti voglia spettinata” ed una studentessa della 3F ha illustrato un lavoro di approfondimento sul femminicidio, realizzato con PowerPoint.Successivamente, abbiamo posto le nostre domande ai genitori di Nicole e si è parlato di quanto sia stata ingiusta la pena inflitta all’assassino: solamente 20 anni di carcere! Lui uscirà quando avrà 40 anni e potrà rifarsi una vita… Invece Nicole? A lei la vita è stata tolta per sempre… Alcune domande sono state molto forti e dirette e i nostri ospiti hanno parlato con molta disponibilità…».

ULTIME NEWS