Pubblicato il

Depuratore: mirati campionamenti delle acque

Depuratore: mirati campionamenti delle acque

Effettuati ieri dai tecnici dell’Arpa Lazio per analizzare il grado di compromissione ambientale. Al sopralluogo presenti anche la Capitaneria di Porto e la Polizia Locale  

CERVETERI – Continua a tenere banco la vicenda del depuratore di Campo di Mare. Come già riportato ampiamente su queste colonne, una documentazione fotografica aerea realizzata con l’ausilio di un drone, documenta degli sversamenti oleosi che interessano il fosso vicino a dove è ubicato il depuratore che si trova a circa settecento metri dal mare. La confluenza di questi liquidi mal depurati nel fosso determinano un importante fenomeno di inquinamento delle acque marine di Cerveteri e della vicina Ladispoli. (agg. 10/01 ore 10.30) segue

L’IMPIANTO. La vicenda è antica e risale a diversi anni la querelle con la società Ostilia srl, proprietaria dell’impianto, più volte diffidata dalle autorità comunali a provvedere ad una corretta manutenzione dell’impianto già di per se datato e fatiscente. Non più tardi di ieri mattina vi è stato, come era stato già annunciato, un ulteriore sopralluogo congiunto della Capitaneria di Porto, della Polizia Locale di Cerveteri e dell’Arpa Lazio.(Agg. 10/01 ore 11)

I CAMPIONAMENTI. In questa circostanza, il personale dell’Arpa ha provveduto a fare dei campionamenti prelevando l’acqua oggetto di attenzione per analizzarla ed eventualmente rilevarne il tasso ed il tipo di inquinamento. Intanto, il sindaco e l’amministrazione comunale, dopo i ripetuti e disattesi appelli ed ordinanze emesse a carico della società Ostilia, qualora si rendessero necessari dei lavori sulla struttura in oggetto, il depuratore appunto di proprietà della società Ostilia, verranno eseguiti dal comune che chiamerà in danno la società insolvente. (agg. 10/01 ore 11.30)

ULTIME NEWS