Pubblicato il

Il M5S chiede il testamento biologico

Il gruppo consiliare invia una richiesta di delibera al consiglio comunale

Il gruppo consiliare invia una richiesta di delibera al consiglio comunale

BRACCIANO – Il gruppo consiliare del M5S di Bracciano ha sottoposto alla presidente del consiglio una proposta di delibera per l’istituzione del registro delle dichiarazioni anticipate di volontà relative ai trattamenti sanitari – testamento biologico.

“Sottoscrivere un testamento biologico in Italia, adesso – si legge nella richiesta – significa decidere, in un momento in cui si è ancora capaci di intendere e volere, quali trattamenti sanitari si intenderanno accettare o rifiutare nel momento in cui subentrerà un’incapacità mentale.

La legge è composta da 8 articoli e sancisce il diritto costituzionale a sospendere le cure, e a farlo anche attraverso un testamento biologico. In pratica riconosce il diritto a decidere per sé nel caso in cui a un certo punto si sia impossibilitati a farlo”.

I consiglieri Tellaroli e Persiano chiedono quindi al consiglio “di porre in essere tutti gli adempimenti necessari all’istituzione di un registro dei testamenti biologici e delle volontà anticipate di fine vita, istituendo un apposito servizio di registrazione e conservazione di tali atti, tale registro è riservato ai cittadini residenti nel Comune di Bracciano L’iscrizione a tale registro deve essere nominativa, gli atti devo essere registrati con numerazione progressiva e datati. La registrazione avviene in forma gratuita. La registrazione deve contenere indicazione dell’eventuale notaio rogante, dei fiduciari e/o depositari dell’atto, ai fini di garantire certezza della data di presentazione e della fonte di provenienza della dichiarazione stessa. Di approvare quale parte integrante e sostanziale del presente atto “Il regolamento comunale per il Registro dei testamenti biologici”; di demandare alla giunta comunale l’adozione di opportuni provvedimenti, entro trenta (30) giorni dall’esecutorietà del presente atto, ai fini di garantire l’organizzazione e le conseguenti modalità operative del registro dei testamenti biologici e delle volontà anticipate di fine vita”.

ULTIME NEWS