Pubblicato il

‘‘Paese che vorrei’’, via libera ai tavoli per lavorare al programma

‘‘Paese che vorrei’’, via libera ai tavoli per lavorare al programma

Obiettivo: «Partire dai bisogni dei cittadini»

SANTA MARINELLA – Il movimento civico “Il Paese che Vorrei”, dedica il mese di gennaio al programma con cui concorrerà alle prossime elezioni comunali. Per stilarlo, è stata scelta la formula dell’apertura di tavoli con iscritti e simpatizzanti. (agg. 12/01 ore 8.19) segue

IL PROGETTO. “Intendiamo partire dai bisogni dei cittadini – spiegano i proponenti – ascoltarli e riflettere sulle loro richieste, insieme tradurre le criticità in proposte e progetti. Non partiamo però dal nulla, perché il Paese che Vorrei ha una storia da rivendicare. In questi ultimi cinque anni, abbiamo pensato e ripensato la città e tentato di rispondere con varie proposte, la cui caratteristica è stata sempre quella di integrare il singolo problema in un progetto più ampio che riguardi l’intera città. Così, per esempio, il piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche, non va solo a vantaggio dei portatori di disabilità, ma implica il ripensamento dell’intero tessuto urbano, come il progetto del castello, parzialmente recepito dalla Regione Lazio, non è relegato esclusivamente a Santa Severa, ma si prospetta come il volano di sviluppo economico per l’ intera città”. (agg. 12/01 ore 9)

“IMPIANTI SPORTIVI NEL DEGRADO”. “La campagna di denuncia che abbiamo portato avanti sul degrado degli impianti sportivi, ci impegna al loro risanamento. E così via con tante altre iniziative. Intanto continuiamo gli incontri con le forze politiche e i gruppi di cittadini. Il Paese che Vorrei si arricchisce del concorso dei tanti e mira alla più ampia condivisione dei problemi e delle loro risoluzioni”. (agg. 12/01 ore 9.30)

ULTIME NEWS