Pubblicato il

L’attrice Fioretta Mari operata al San Paolo: "Santoro è un genio"

L’attrice Fioretta Mari operata  al San Paolo: "Santoro è un genio"

Intervento alla cistifellea: amica del radiologo Gaglione, ha scelto Civitavecchia e si è fidata dell’ospedale locale

di FRANCESCO BALDINI

CIVITAVECCHIA – “Civitavecchia ha una grande ricchezza:  medici come Emanuele Santoro non si trovano dappertutto”. Parola di Fioretta Mari, attrice e insegnante di recitazione e dizione, nonché volto noto del programma ‘‘Amici di Maria De Filippi’’ su Canale 5. Una carriera a tutto tondo, tra teatro, cinema, televisione e insegnamento in scuole come la ‘‘Lee Strasberg Theatre and Film Institute’’ di New York.  (Agg. 14/01 ore 9.30) segue

L’INTERVENTO CHIRURGICO. Un pezzo grosso del mondo della recitazione non capita tutti i giorni all’ospedale San Paolo. L’artista si è fidata dei consigli del suo amico radiologo Maurizio Gaglione e ha accettato il ricovero al San Paolo per un intervento alla cistifellea,  affidandosi alle mani esperte del professor Emanuele Santoro. Piacevolmente stupita per quanto dall’accoglienza e dalla professionalità del nosocomio cittadino, Fioretta Mari ha voluto pubblicare un video sulla sua pagina social per ringraziare Maurizio Gaglione ed Emanuele Santoro: “Sono medici con una marcia in più – ha affermato – persone che valgono oro. Martedì sono stata ricoverata e mercoledì ero già in piedi. Sono anni che so di questo calcolo (alla colecisti) ma recentemente ho avuto delle coliche e ho deciso di fidarmi e di operarmi. Ero preoccupata – ha aggiunto l’attrice – ma Gaglione mi ha fatto conoscere questo professore sempre positivo e sorridente che mi ha accompagnato con dolcezza in sala operatoria. Civitavecchia – ha sottolineato l’artista – ha un grande genio di nome Emanuele Santoro”.

 L’intervento chirurgico in totale è durato circa quarantacinque minuti e giovedì Fioretta Mari è stata dimessa. Ovviamente la presenza al reparto del San Paolo di una star del suo calibro ha suscitato stupore, come nel caso della ragazza che si è trovata in stanza con lei. È proprio l’attrice a parlarne divertita: “Mi hanno riconosciuta subito – ha detto  con un sorriso –  e tutti mi hanno fatto la stessa domanda: com’è Maria De Filippi? Non posso che rispondere dicendo  che è una donna straordinaria: tutto quello che tocca diventa oro e la stimo tantissimo”. Ma la carriera di Fioretta Mari, come dicevamo, non si limita alla televisione con le edizioni di Amici, in veste di  insegnante di dizione e recitazione.

L’artista è un tornado, una di quelle donne che portano energia nella stanza in cui si trovano, capace di  catturare la scena, anche quando una scena non c’è. Non a caso ha lavorato con artisti come il grande Vittorio Gassman: “Sono stata la prima insegnante nella sua scuola – ha raccontato – avevo solo vent’anni e lui era una persona straordinaria”. Mari è un’istituzione nel mondo del teatro con i suoi oltre 150 spettacoli in giro per il mondo. “Ho recitato Pirandello in Russia e in America – ha continuato l’artista – dove mi hanno anche dato una laurea ad honorem per aver insegnato Dante”.(agg. 14/01 ore 10)

GLI IMPEGNI DELL’ARTISTA. Ora è impegnata con il film “Fiore di Agave” e il 25 gennaio ci sarà la prima ufficiale di “Edhel” che è stato accolto con calore al Giffoni conquistando il secondo posto e vincendo ben quattro premi al Los Angeles film awards.  

“A breve – ha aggiunto Fioretta Mari – tornerò anche in teatro con “Vacanze romane” e riprenderò “Menopause” con Fiordaliso, mentre ad aprile saremo a Roma all’Ambra Jovinelli con Serena Autieri e Tosca D’Aquino per  lo spettacolo “Interno indipendente”. Inoltre seguo mia figlia che è una grande cantante e attrice”.  Parallelamente Mari prosegue con l’insegnamento, dividendosi tra Italia e America e ha anche scritto un libro di grande successo dal titolo “Ciao artista”. “Ero già stata a Civitavecchia – ha raccontato – proprio con Menopause al Traiano che fu un successo straordinario e ho anche insegnato con Pino Quartullo. La mia è stata una carriera soddisfacente e che continua a farmi stare bene. Ho una vita molto variegata”.

Fioretta Mari ha voluto ringraziare il professor Santoro e la sua equipe: “Mi hanno chiesto se fossi pazza a lasciare Roma per venire qui, ma ho trovato un genio – ha concluso scherzando – spero che facciano una petizione per far  rimanere a Civitavecchia questi maghi della medicina”.    (agg. 14/01 ore 10.30)

ULTIME NEWS