Pubblicato il

Pascucci e i Sindaci con Zingaretti

Pascucci e i Sindaci con Zingaretti

Coordinerà l’ingresso degli amministratori locali nella lista del Presidente  

di TONI MORETTI

CERVETERI – La campagna elettorale soprattutto per quanto riguarda le regionali, è già aperta. Il più vivace sembra Nicola Zingaretti in quanto i suoi supporter annunciano l’apertura di comitati a sostegno quasi quotidianamente. Il eentrodestra, dal canto suo, è ancora avviluppato nella incapacità di prendere una decisione tra il convergere sulla candidatura Pirozzi o optare per qualcosa di più centrale più che centrista che non dia la sensazione di un ripiego “sinistrato”. Cerveteri , intanto, acquista sempre più un ruolo strategico centrale in questa competizione. Da una parte un partito democratico incasinato, parte da fuori con il suo futuro democratico, parte da dentro nonostante commissariato, riesce a discutere anche sulla “originalità” dei due comitati nati per Zingaretti. Fortunatamente Zingaretti, che ha incassato l’appoggio di Liberi e Uguali di Grasso e sembra che abbia carta bianca sul suo disegno di avere per se una lista di “civici” capace di raccogliere il consenso di molti amministratori locali,  sia pure trasversali, ha voluto come coordinatore di tale lista il sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci, mossa intelligente e per certi versi  obbligata, visto che è stato proprio lui il promotore e il catalizzatore, anche e soprattutto a livello mediatico, del nuovo movimento politico denominato “L’Italia in Comune”.  Il fatto che Alessio Pascucci abbia la responsabilità di coordinare questa lista, nonostante l’assoluto riserbo che mantengono lui e i suoi collaboratori in città, la notizia consente di sviluppare qualche ipotesi, conoscendo la sua acutezza politica. Vista la non convenienza per una sua candidatura propria, si lascerebbe scappare Pascucci l’opportunità di “infilare” nella lista qualcuno dei suoi o a lui molto vicino o comunque molto vicino al territorio? Non fosse altro per avere in Regione, luogo strategico , una persona fidata e sensibile alle esigenze del posto. L’impressione che si ha, è che intorno a questo si stia lavorando, tutti suoi stanno lavorando, per trovare la sintesi con un personaggio sul quale è facile convogliare il consenso per non sprecare questa occasione. Questa soluzione sarebbe anche utile per togliere Pascucci da un palese imbarazzo dal momento che, a “bussare” voti a Pascucci sarebbero in qualche modo tra virgolette autorizzati in tanti a cominciare da Franceschini che ha preteso e ottenuto la candidatura della moglie Michela Di Biase alla Regione ed altri uscenti che si sono spesi per il suo gruppo e per i suoi assessori. Una candidatura “ vicina” politicamente, toglierebbe dall’imbarazzo e se fosse una donna , lo toglierebbe ancora più grosso.  Gli sviluppi definitivi della vicenda c’è da giurare si avranno nei prossimi giorni. 

ULTIME NEWS