Pubblicato il

Il Ladispoli prova l'allungo sul CreCas

Il Ladispoli prova l'allungo sul CreCas

CALCIO, ECCELLENZA

Condividi

Non sarà una partita come le altre quella che andrà in scena domani alle 11 al campo Angelo Sale. A sfidarsi infatti ci sono le due squadre che sin dalle prime giornate si sono tenute testa ai vertici della classifica: Ladispoli e CreCas. La squadra palombarese due giornate fa, uscendo dal campo di Real Monterotondo Scalo con solo un punto ha ceduto il passo al team guidato da mister Bosco, che s’impose sulla Lepanto Marino. Il Ladispoli non si è accontentato ed è andato ad espugnare il rettangolo dell’Eretum Monterotondo portandosi a +4 dall‘inseguitrice. Non sarà una partita come le altre nemmeno sugli spalti, dove sono previste gradinate gremite: tutta la città è stata chiamata a sostenere la squadra in questa sfida che potrebbe rappresentare un punto di svolta. Un Ladispoli che sta viaggiando oltre le aspettative, grazie anche a Pietro Bosco che da due stagioni siede sulla panchina rossoblu e che quest’anno è riuscito a superare, non senza difficoltà, la prima parte di stagione che non lasciava presagire nulla di buono: diverse sconfitte, l’eliminazione dalla coppa italia al primo turno avevano messo mister Bosco in una posizione decisamente scomoda. Ma poi con l’aiuto dei suoi ragazzi è riuscito ad invertire il trend: sono arrivate una serie di vittorie, 12 in 14 gare, che hanno portato il Ladispoli a scalare la classifica fino ad arrivare alla vetta solitaria. Gli ospiti guidati da mister Scorsini, invece, non vincono da tre partite, ma sicuramente daranno del filo da torcere ai padroni di casa così come hanno fatto nella partita d’andata, quando s’imposero 2-1 nonostante l’inferiorità numerica. Il match si preannuncia combattuto e, molto probabilmente, giocato sul filo dei nervi. Servirà ancora una volta una grande prova di carattere da parte di Marvelli e compagni per tenere testa ad una formazione ben allestita come il CreCas. Per la sfida il tecnico rossoblu potrebbe decidere di riproporre il suo modulo ormai collaudato, il 4-2-3-1: difesa a quattro, Gallitano e Leone centrali, con Salvato e Mastrodonato a completare il quartetto sulle fasce. I tre under hanno dimostrato affidabilità, sembrano cresciuti molto e aver trovato la giusta continuità. Davanti alla difesa il duo composto da Andrea Sganga e uno tra De Fato, Manuele Sganga e Tollardo, sulle corsie laterali potremmo rivedere insieme dal primo minuto Andrea Marvelli e Antonello Bertino. A guidare l’attacco ci sarà uno tra Cardella e Rocchi, supportato dal solito La Rosa che agirà sulla trequarti. Arbitra il signor Johannes Tappeiner da Merano, coadiuvato da Daniele Conti e Mario Ferrentino, dalle sezioni di Roma 2 e Ostia Lido.


Condividi

ULTIME NEWS