Pubblicato il

Pitbull sbranano un cagnolino

Pitbull sbranano un cagnolino

Gli animali hanno anche staccato un dito al padrone del meticcio. Paura domenica pomeriggio fuori da un supermercato di Bracciano

BRACCIANO – Paura domenica pomeriggio fuori da un supermercato a Bracciano.

Un piccolo cane meticcio è stato sbranato sotto gli occhi dei padroni da tre pitbull che un trentenne, di origine brasiliana, aveva assicurato a una rete metallica all’esterno del magazzino per poter andare a fare la spesa. Il sanguinoso episodio è avvenuto poco dopo le 14 quando una coppia di anziani ha parcheggiato la propria auto nell’area di sosta in via della Macchia, di fronte al supermercato. Non appena il loro cagnolino è sceso per fare i bisogni il pitbull più grande, Brutus, è riuscito a strappare la catena che lo teneva legato alla rete e si è avventato sulla bestiola insieme con gli altri due cani agganciati al suo guinzaglio. (agg. 22/01 ore 21.05) segue

FERITO ANCHE IL PADRONE DEL CAGNOLINO. I tre hanno sbranato in pochi secondi il meticcio e hanno anche staccato un dito al padrone che tentava disperatamente di salvarlo. Dito che non è stato trovato dai soccorritori e per questo si ritiene che sia stato ingoiato da uno dei cani. Sul fatto indagano i carabinieri della compagnia di Bracciano che hanno denunciato il brasiliano per omessa custodia di animale e lesioni colpose.

È intervenuta anche l’Asl con i veterinari. I tre pitbull sono stati affidati allo zio del proprietario che ha locali idonei per cani e saranno monitorati quasi quotidianamente per capirne l’aggressività e valutarne l’eventuale abbattimento. L’anziano ferito è stato invece medicato e dimesso dall’ospedale con una prognosi di 40 giorni.(agg. 22/01 ore 21.30)

DENUNCIATO IL PROPRIETARIO. ll 35enne è stato denunciato dai militari per omessa custodia di animali e lesioni colpose gravi. Torna così alle cronache una questione di pericolosità di alcune razze di cane.

Spesso la Codacons torna ad invocare il patentino obbligatorio, per legge, per tutti i proprietari di esemplari particolarmente “potenti”. 

“La questione dei cani aggressivi e potenzialmente pericolosi per la salute dell’uomo – hanno più volte sostenuto dall’associazione di consumatori – deve essere affrontata una volta per tutte”. Da tempo le associazioni chiedono di prendere provvedimenti, ma spesso si lamentano che  le istituzioni rimangono immobili a guardare bambini sbranati da cani. (agg. 22/01 ore 22)

ULTIME NEWS