Pubblicato il

A Trevignano Romano arriva il piano della banda ultra larga

Accordo di programma Mise e Regione Lazio per lo sviluppo tecnologico del territorio

Accordo di programma Mise e Regione Lazio per lo sviluppo tecnologico del territorio

TREVIGNANO ROMANO – L’amministrazione Comunale di Trevignano Romano ha sottoscritto e trasmesso a firma del Sindaco in questi giorni la convenzione che disciplina le modalità di interazione tra il Comune ed Infratel Italia – la società in house del Ministero dello Sviluppo Economico che cura la realizzazione degli interventi su mandato della Regione Lazio- , per l’esecuzione delle opere di realizzazione e manutenzione dell’infrastruttura necessaria a fornire connettività in banda ultra larga compatibilmente con le norme e le esigenze di tutela ambientale, delle strade comunali e della sicurezza della circolazione. Si tratta, insieme alle costanti sollecitazioni e incontri effettuati con gli operatori telefonici di connessione internet che abbiamo tenuto sin dall’inizio del nostro mandato, di un atto importantissimo per il territorio che soffre di un fortissimo digital divide. Trevignano infatti, ad oggi, purtroppo non è coperta da connessione internet in ampissime zone urbanizzate e in alcuni casi nemmeno da connessione telefonica e questo non è più ammissibile; il primo obiettivo dell’Agenda digitale Europea riguardante la connettività di base – almeno 2 mbps – per tutti i cittadini europei affrontato con il Piano nazionale Banda Larga deve essere traguardato il più velocemente possibile perché non è ammissibile subire questo divario così pesante per cittadini, istituzioni e mondo produttivo . A dare la notizia il vicesindaco e Assessore all’Innovazione Tecnologica del Comune di Trevignano Romano Luca Galloni che aggiunge «in questo quadro abbiamo fortemente sostenuto il lavoro svolto nei mesi scorsi con il quale Governo e Regione hanno definito il Piano Banda Ultra Larga della Regione Lazio finalizzato a portare connettività ultra veloce a tutti i comuni del territorio. La sottoscrizione preliminare della convenzione fa dunque ben sperare finalmente in una necessaria azione strategica per lo sviluppo delle nostre comunità e per consentire servizi digitali ai cittadini e alle imprese»

ULTIME NEWS