Pubblicato il

Il pubblico del Claudio rapito dalla capacità narrativa di Gino Saladini

Tanti applausi per il lavoro del noto criminologo

Tanti applausi per il lavoro del noto criminologo

TOLFA – Si è aperta nel migliore dei modi la stagione teatrale del Claudio. La direttrice artistica Simona De Paolis insieme alla compagnia del Barsolo hanno scelto di dare il là con l’applauditissimo lavoro di Gino Saladini che ha trattato il delitto Fenaroli in cui il marito incarica Ghiani di uccidere la moglie. Il secondo delitto rappresentato, quello del Circeo in cui i tre pariolini massacrano 3 ragazzine. Il terzo delitto è l’assassinio del piccolo Samuele Lorenzì da parte della madre Maria Franzoni Il tutto rappresentato tramite immagini d’epoca e fotomontaggi. Commentati sapientemente da Saladini. Musica originale di Paolo Settanta. È stata quindi una ricerca introspettiva degli assassini, avvincente per il pubblico del Claudio, rapito dalla capacità narrativa di Saladini che ancira una volta ha meravigliato tutti con la sua ecletticità.

ULTIME NEWS