Pubblicato il

''In dieci anni non hanno fatto nulla''

''In dieci anni non hanno fatto nulla''

Il segretario del Pd Pierluigi D’Emilio replica piccato all’ex primo cittadino e difende Tidei «Per uscire dal pantano c’è bisogno di una guida sicura»

S. MARINELLA – Risposta pepata del segretario cittadino del Pd, all’ex sindaco Roberto, che in una nota aveva giudicato impresentabile l’ex deputato Pietro Tidei quale candidato sindaco della coalizione di centrosinistra. “Che l’ex Sindaco Roberto Bacheca perda tempo è ben noto a tutti i cittadini – gli risponde Pierluigi D’Emilio – dieci anni di governo per fare cosa? Lo vediamo e lo viviamo ogni giorno come cittadini le macerie che ha lasciato. Ci domandiamo se abbia perso il senso del reale, oppure vuole far dimenticare che per dieci anni la città non è stata amministrata dal Partito Democratico ne da Pietro Tidei, ma da lui e dalla sua squadra”. (agg. 25/01 ore 9.36) segue

“C’E’ BISOGNO DI UNA GUIDA SICURA”. “Ovviamente le responsabilità sono sempre di altri e quando non si può dire che la colpa è di chi c’era prima, perchè prima c’era sempre lui, addossa la colpa al fondo di solidarietà. Punta il dito parlandoci di democrazia, perchè ha visto una coalizione di centro sinistra unita e coesa, che in questi mesi di confronto ha convenuto che per uscire dal pantano nel quale ci troviamo, c’è bisogno di una guida sicura, di esperienza, competenza, profonda conoscenza della macchina amministrativa e degli aspetti legali ad essa collegati, oltre alla capacità di intervento a livelli sovra comunali ed internazionali. (Agg. 25/01 ore 10)

“BACHECA NON HA FATTO NULLA”. “Per questo, in accordo con le altre forze politiche, abbiamo fatto la nostra scelta. Inoltre perchè Bacheca parla di municipio? Ha un’amnesia? Un progetto per il municipio c’era e c’erano anche i soldi stanziati dalla Regione Lazio, Bacheca ha avuto dieci anni per riprendere questo progetto che era il nostro progetto”. “Perchè non ha fatto nulla? – si domanda D’Emilio – piuttosto adesso, dopo che la Regione ha ritirato quel finanziamento da lui mai utilizzato, si dovrà fare fronte al pagamento dei danni nei confronti della ditta che avrebbe dovuto realizzarlo e che chiede il giusto indennizzo. É alle corde anche sulla candidatura regionale dove le prospettive per la sua elezione sono sempre più lontane. Domani alle 17.30 presso la sala del caminetto, terremo un incontro». (agg. 25/01 ore 10.30)

ULTIME NEWS