Pubblicato il

Mai fidarsi del microchip

Mai fidarsi del microchip

Cani catturati a Civitavecchia e trasferiti a Bracciano: problemi all’anagrafe canina, non sempre si riesce a individuare i proprietari. La soluzione migliore è quella più ovvia: cercare insistentemente ovunque gli animali scomparsi

CIVITAVECCHIA – Il cane sparisce e ha il microchip? Sicuramente verrà riportato a casa. Nulla di più falso, a giudicare dall’esperienza fatta da una civitavecchiese che all’inizio di gennaio ha smarrito la sua amica a quattro zampe. Ricerche, messaggi, post e tanta disperazione: tutto inutile, del suo cane neppure l’ombra. (agg. 26/01 ore 12.58) segue

RITROVATA LA CUCCIOLA. Una brutta storia, che fortunatamente si è chiusa in questi giorni col ritrovamento della cucciola in un posto impensabile: il canile di Bracciano dove vengono ospitati gli animali catturati a Civitavecchia. Ma come mai da Bracciano nessuno ha chiamato la proprietaria per la restituzione del cane? Semplicemente perché al microchip non è associato alcun intestatario.(Agg. 26/01 ore 13.20)

SMARRITI I DATI ANAGRAFICI. Errore della Asl o della Regione? Difficile dirlo, sta di fatto che a quanto pare qualcuno ha smarrito i dati dell’anagrafe canina. Bisogna quindi stare in campana: chi smarrisce il proprio cane l’ultima cosa che deve fare è attendere di essere contattato per la restituzione fidandosi del microchip. La soluzione migliore è cercarlo, anche nei posti più scontati. (agg. 26/01 ore 14)

ULTIME NEWS