Pubblicato il

Pet therapy: si pensa all’Ospice

Pet therapy: si pensa all’Ospice

La Asl Roma 4 è stata riconosciuta come ente di formazione per gli interventi assisti con gli animali, a fine febbraio parte il primo corso. Regoli: "All’interno del sito aziendale ci sono tutte le informazioni per chi opera nel settore o vuole farlo"

di FRANCESCO BALDINI

CIVITAVECCHIA – Parte il corso di formazione per gli interventi assistiti con animali e si pensa già ad un possibile utilizzo per l’Ospice. La Asl Roma 4 è stata riconosciuta come ente erogatore per la formazione in materia, l’unica in tutta la Regione Lazio.

Il corso propedeutico si terrà presso il centro polifunzionale Bastianelli di Bracciano il 16,17 e 18 febbraio. Il coordinatore scientifico del progetto, la psicologa Gianna Regoli, ha spiegato: “All’interno del sito aziendale è presente un link apposito con tutte le informazioni necessarie per chi opera o vuole operare in questo settore. Inoltre – ha continuato – abbiamo anche una mail apposita ‘‘[email protected]’’ per eventuali domande”.

Alessia Liverini, veterinario formato per gli iaa, ha sottolineato l’importanza di un’adeguata formazione del personale perché “si tratta di un’attività sanitaria”. Augusto Pizzabiocca, responsabile del Servizio prevenzione, ha ringraziato gli operatori coinvolti per lo sforzo, così come il responsabile veterinario Fabrizio Santini. Il corso si divide in tre livelli, con un numero di ore sempre maggiore. Propedeutico (21), base e avanzato (minimo 120 ore).

L’obiettivo è di formare le diverse figure che operano l’intervento assistito. Principalmente saranno il responsabile del progetto, il referente, il coadiutore dell’animale e  il medico veterinario. Debora Scribani ha ricordato la scadenza del 25 marzo per l’iscrizione agli elenchi regionali degli operatori.

ULTIME NEWS