Pubblicato il

Gli amministratori dell’Università Agraria di Tarquinia rinunciano alle indennità di carica

Gli amministratori dell’Università Agraria di Tarquinia rinunciano alle indennità di carica

La giunta Borzacchi azzera le remunerazioni economiche. Il provvedimento permetterà all’Ente di risparmiare ogni anno 42.600 euro

TARQUINIA – L’amministrazione dell’Università Agraria di Tarquinia del presidente Sergio Borzacchi ha approvato, nel corso dell’ultima seduta della giunta esecutiva, un provvedimento che ha azzerato le indennità di carica del presidente, degli assessori e del presidente del consiglio, che non percepiranno quindi alcuna remunerazione economica per lincarico affidatogli.

“Si tratta di una scelta che ho ritenuto doverosa – commenta il presidente Borzacchi – nei confronti dei cittadini, delle tante persone che non riescono ad arrivare con tranquillità alla fine del mese e dell’Università Agraria, data la situazione economica in cui versa. Il provvedimento permetterà all’Ente di risparmiare ogni anno 42.600 euro che, sommati ai circa 16.000 euro che precedentemente venivano impegnati per la segreteria, raggiungono una somma che sarà utilizzata a favore della collettività”.

“La nostra amministrazione – conclude il Presidente – vuole operare nell’interesse dell’Ente perché ne abbiamo a cuore le sorti e perché vogliamo risollevare la situazione economica per tornare ad essere un motore trainante dell’economia locale”.(agg. 26/01 ore 15.42) segue

LA RINUNCIA ALLE INDENNITA’. La rinuncia alle indennità è stata accolta favorevolmente anche dagli altri membri dell’amministrazione.

Il vice presidente, Alberto Tosoni, ed il presidente del consiglio, Alessandro Guiducci, ricordano la loro proposta avanzata nel 2016. “Già due anni fa – commentano i due esponenti del gruppo Rinnova – avevamo sottoposto alla precedente amministrazione, riscontrando un parere negativo, l’azzeramento delle indennità di carica, data la sofferenza economica dell’Università Agraria”.

“Questo provvedimento – affermano Tosoni e Guiducci – è la conferma che la nostra azione politica ed amministrativa è totalmente volta al bene dell’Ente e lontana da interessi economici”. (agg. 26/01 ore 16)

“UN SEGNALE IMPORTANTE”. Dello stesso parere gli assessori Marco Guarisco e Stefania Ceccarini. “Abbiamo iniziato questo percorso – dichiarano i rappresentanti del gruppo Idea Sviluppo – con entusiasmo e con la voglia di lavorare e di metterci a disposizione dell’Università Agraria, che rappresenta una risorsa importante per Tarquinia ed i suoi cittadini”. “Accogliendo la proposta del Presidente – concludono Guarisco e Ceccarini – riteniamo che possiamo dare un segnale importante di attaccamento al territorio ed all’Ente”.(Agg. 26/01 ore 16.30)

ULTIME NEWS