Pubblicato il

Mercato, Dopo le proteste arriva l’idropulitrice

Mercato, Dopo le proteste arriva l’idropulitrice

A seguito della nota che avvisa della pulizia dei marciapiedi arriva quella per la riparazione della spazzatrice e del nuovo strumento, sicuramente una buona notizia per l’ittico che ne guadagnerà in decoro 

CIVITAVECCHIA – Finalmente una buona notizia per la struttura dell’ittico del mercato cittadino. Dopo le proteste dei commercianti per il degrado in cui erano costretti ad operare la Csp ha acquistato un’idropulitrice e riparato la famosa spazzatrice. «Prosegue il processo di rinnovamento dell’azienda  – scrivono dalla Csp  che, come si ricorderà, prevede anche l’acquisizione di nuovi strumenti e nuovi macchinari per la pulizia delle strade e dei luoghi storici cittadini». Così, dopo il comunicato per avvisare della pulizia dei marciapiedi, arriva quello per dire che finalmente gli operai saranno forniti di adeguati strumenti per la pulizia dell’ittico. Si parla anche di un restyling per la spazzatrice: «Il mezzo è tornato ad essere efficiente – scrivono dall’azienda – e servirà ad effettuare la pulizia delle strade nelle zone periferiche, in aggiunta alla nuova spazzatrice già in uso».

Restyling degli strumenti e revamping dell’azienda e il mercato, forse, potrà tirare un sospiro di sollievo. Sicuramente lo faranno gli operai che sono stati costretti per mesi a fare il loro lavoro con spazzolone, straccio e sapone, spesso anche in assenza di candeggina. Intanto, però, rimangono inascoltate altre richieste per quanto riguarda la palmetta o i canoni d’affitto. Il mercato cittadino ha bisogno di aiuto, partendo dai bisogni più piccoli come il ripristino degli stalli di carico e scarico o il cartello che segnala i parcheggi per gli operatori. Tutte situazioni più volte evidenziate e richiamate all’attenzione, sia dagli operatori che dai rappresentanti, come Salvatore Russo che ha ricordato come la palmetta resti scoperta in più punti, per non parlare poi delle cabine dell’Enel che si reggono, letteralmente, con lo scotch. Intanto si parte da una maggiore pulizia che, sicuramente, potrà fornire un minimo di decoro aggiuntivo e di serenità agli operatori che, però, restano in stand by.  

ULTIME NEWS