Pubblicato il

Diminuisce la differenziata e la Tari va verso l’aumento

Diminuisce la differenziata  e la Tari va verso  l’aumento

Per l’anno 2018 previsto un rincaro pari al 6% della tassa  

LADISPOLI – La tassa sui rifiuti a Ladispoli è fuori controllo. Per il 2018 al momento è previsto un aumento che sfiora il 6%.

E’ quanto emerge dai primi numeri discussi in commissione circa la determinazione del tributo per la prossima annualità.

Lo scorso anno l’ammontare complessivo della TARI era stato di circa 8 milioni di euro cifra che salirà quest’anno a 8,46 milioni.

Si tratta di 462 mila euro in più rispetto all’anno precedente, una cifra enorme considerando che la tassa doveva progressivamente scendere in virtù della raccolta differenziata. (agg. 30/01 ore 10.42) segue

DIMINUISCE LA RACCOLTA DIFFERENZIATA. Ma il disastro non riguarda soltanto le tasche dei ladispolani.

Emerge infatti che nonostante siano aumentati i costi del servizio e gli introiti per la ditta che lo eroga la percentuale di raccolta differenziata del 2017 invece di salire ancora sarebbe in controtendenza scesa passando dal 71,38% al 70,44%.

Il sindaco Grando in campagna elettorale aveva detto che la tassa difficilmente sarebbe scesa entro la fine dell’appalto, ma i conti sembrano ormai salire. (agg. 30/01 ore 11)

IL CONTROLLO. Ad affiancare gli uffici dall’insediamento della sua amministrazione sarebbe stato assunto un addetto per attivare attività di controllo.

A conti fatti la scelta avrebbe per il momento contribuito solo ad un aumento delle spese.

Dal rendiconto emerge poi un dato in linea con il passato. Se infatti le spese di raccolta e conferimento rifiuti continuano costantemente a scendere in questi anni, aumenta di molto il costo del servizio che viene riconosciuto alla ditta appaltante. (Agg. 30/01 ore 11.30)

Per il solo spazzamento strade il costo sarebbe lievitato da 1,1 milioni a 1,4 milioni. Trecento mila euro in più che sembrano non vedersi circolando per le strade della città.

ULTIME NEWS