Pubblicato il

Disposta la chiusura del palazzetto dello sport e del campo sportivo

Centinaia di ragazzi senza un luogo dove fare attività sportiva

Centinaia di ragazzi senza un luogo dove fare attività sportiva

di GRAZIAROSA VILLANI

BRACCIANO – Il caso delle strutture sportive inaccessibili tiene banco in questi giorni a Bracciano.

Due ordinanze sindacali hanno disposto la chiusura del Palazzetto dello Sport Aldo Starnoni e del campo sportivo Massimiliano Vergari. Il risultato: centinaia di ragazzi e ragazze non posso seguire le consuete discipline sportive.

Il provvedimento, a quanto si appreso, almeno per il Palazzetto fa seguito a un verbale dei vigili del fuoco. Fa discutere anche la sospensione temporanea dell’ordinanza di chiusura del Vergari nel fine settimana scorso. Se è in gioco la sicurezza – ci si è chiesti – in particolare sui social – perché riaprire. La risposta è data nella stessa ordinanza di sospensione: si temeva infatti una richiesta di risarcimento danni. Botta e risposta in rete con repliche e controrepliche si registrano.

Alcuni vorrebbero imputare la situazione all’interrogazione presentata da Chiara Mango già da molto tempo e discussa solo all’ultimo Consiglio comunale. La stessa ribatte che non è a seguito dell’interrogazione che ciò è avvenuto.

Per il Palazzetto Starnoni chiuso con ordinanza del 17 gennaio si dovrà presentare la cosiddetta SCIA mentre il Vergari è stato chiuso su una considerazione dell’Area Manutenzioni.

La ordinanza relativa infatti precisa che “l’Area Manutenzioni del Comune di Bracciano ha palesato la necessità di procedere con urgenza alla rilevazione e all’adeguamento dell’impianto sportivo in oggetto, compresi i singoli immobili ubicati all’interno dello stesso, con particolare riferimento alla rispondenza dell’impianto alla vigente normativa di prevenzione incendi”. Ad agosto scorso nell’interrogazione portata in discussione in Consiglio solo il 10 gennaio la consigliera Mango chiedeva “se le Società sportive siano state messe in condizione di poter partecipare nei prossimi mesi ai campionati di calcio, pallacanestro, pallavolo e badminton nello Stadio comunale, nel Palazzetto e nella Palestra comunale, con l’idoneità certificata dalle rispettive Federazioni sportive di appartenenza; Se sia stato previsto un programma articolato di messa a norma, restauro e manutenzione delle eventuali criticità rilevate; Se sia stato previsto un programma pluriennale per superare eventuali altre difficoltà e se siano state inoltrate richieste di finanziamento, in base alla legislazione vigente, agli Enti sovraordinati per gli eventuali interventi programmati”. Ora il pastrocchio delle chiusure, con tanti giovanissimi a casa. E le chiusure a Bracciano si moltiplicano.

ULTIME NEWS