Pubblicato il

''Vogliamo trasformare la città''

''Vogliamo trasformare la città''

AMMINISTRATIVE. La coalizione della sinistra alternativa elenca gli obiettivi per il futuro Il Paese che vorrei: «Vogliamo sottrarre questa città dalle mani dei soliti poteri»

SANTA MARINELLA – La coalizione della sinistra alternativa, che propone quale candidato sindaco Lorenzo Casella, esterna il suo pensiero in merito al modo come recuperare credibilità per chi dovrà governare questa città, che ha un debito acquisito di circa 20 milioni di euro. «Abbiamo un sogno – dicono i responsabili del movimento Il Paese che Vorrei – un grande sogno per Santa Marinella. Trasformare Il Paese che Vorrei ne Il Paese che vogliamo e che faremo. Abbiamo questa idea folle che ci ronza per la testa, ci spinge e ci esorta a condividerla con voi per farla crescere insieme. Perché insieme si può, abbiamo una grande passione, la passione di cambiare e la volontà di migliorare, la passione di chi vuole sottrarre questa città dalle mani dei soliti poteri, delle solite famiglie, dei soliti interessi». (agg. 01/02 ore 8.34) segue

“ABBIAMO LA VOLONTA’ DI FARE QUALCOSA”. «Da tutto ciò che in questi ultimi vent’anni l’ha ridotta in questo stato. Abbiamo la volontà, la volontà di chi è stanco di osservare la propria città mortificata, di veder soffocare ogni tentativo di alzare la testa, di vivere in un paese vampirizzato dagli interessi personali, dall’inerzia, dal disinteresse e dalle cattive abitudini. Ma soprattutto abbiamo la vostra partecipazione, la vostra spinta ad andare avanti, a non fermarci, le vostre continue sollecitazioni a cambiare insieme Santa Marinella. Abbiamo un sogno, abbiamo la passione, abbiamo la volontà e abbiamo tutti voi e tutti noi. E sappiamo che con questi ingredienti il piccolo Davide è destinato inevitabilmente a sconfiggere ogni mostruoso Golia. I Golia che rappresentano il cancro che attanaglia una città intera da troppi e troppi anni». (Agg. 01/02 ore 9) 

“INSIEME REALIZZEREMO QUESTO SOGNO”. «Le cose non andranno sempre nello stesso modo, se qualcuno si impegna a cambiarle. Siamo sempre di più e siamo tanti, veramente tanti. Insieme, tutti insieme, realizzeremo questo sogno meraviglioso, trasformare Il Paese che Vorrei ne Il Paese che Vogliamo e soprattutto ne Il Paese che faremo nel Paese cioè in cui sarà bellissimo vivere». (Agg. 01/02 ore 9.30)

ULTIME NEWS