Pubblicato il

Capitaneria e Nautico rinnovano l’intesa

Capitaneria e Nautico rinnovano l’intesa

Riparte il progetto per l’alternanza scuola - lavoro con la firma del protocollo tra il comandante Leone e la dirigente Fanelli  

CIVITAVECCHIA – Riparte il progetto alternanza scuola – lavoro tra la Capitaneria di porto di Civitavecchia e l’Istituto d’istruzione secondaria superiore ‘‘Luigi Calamatta’’. Nei giorni scorsi è stato siglato, a bordo della suggestiva nave a vela ‘‘Signora del Vento’’, ormeggiata nello scalo cittadino, il protocollo d’intesa tra i due enti. La Capitaneria e il Calamatta condividono da tempo l’importanza di rafforzare il raccordo tra il sistema scolastico e il mondo del lavoro marittimo attraverso azioni informative mirate a percorsi progettuali sperimentali. (agg. 02/02 ore 19.06) segue

“PILASTRO EDUCATIVO”. “L’istituto – spiegano dalla Capitaneria – è uno dei principali pilastri educativi locali per tradizione formativa, numero di allievi e organizzazione didattica, da sempre impegnato nel segmento dell’istruzione superiore orientato al mare, fornendo figure, vocazioni e talenti professionali per i settori del cluster marittimo, che ha nella città di Civitavecchia forte estensione territoriale ed occupazionale”. (agg. 02/02 ore 19.25)

IL PROTOCOLLO. Il direttore marittimo del Lazio e comandante della Capitaneria di porto di Civitavecchia Vincenzo Leone e la dirigente scolastica, Eanuela Fanelli, hanno delineato gli aspetti strutturali e organizzativi del protocollo, volto principalmente al miglioramento nella formazione di figure nei vari settori del comparto marittimo. Il progetto permetterà agli studenti delle classi del terzo e quarto anno di effettuare uno stage formativo presso la Capitaneria che durerà sino al termine dell’anno scolastico. La rappresentanza di studenti individuati avrà la possibilità di acquisire competenze ed esperienze spendibili anche nel mercato del lavoro e riguarderà, principalmente, i settori dell’area operativa e controllo del traffico marittimo, sicurezza della navigazione, nonché la complessa materia relativa alla formazione della gente di mare, quest’ultima di particolare interesse per i giovani in procinto di affacciarsi nel mondo del lavoro. L’intento è di consentire agli studenti di familiarizzare con l’attività amministrativa e pratica connessa all’operatività della nave. (Agg. 02/02 ore 20)

ULTIME NEWS