Pubblicato il

''Dalla giunta mai realizzato un intervento o un progetto''

Jacopo Marani interviene sulla richiesta di apertura dello sportello Acea

Jacopo Marani interviene sulla richiesta di apertura dello sportello Acea

CANALE MONTERANO – Sul richiesto sportello Acea richiesto congiuntamente dai sindaci del comprensorio sabatino interviene a Canale Monterano Jacopo Marani, consigliere di opposizione di Liberi Indipendenti Uniti Jacopo Marani. «Qualcosa non mi torna», sottolinea Marani. (Agg. 06/02 ore 11.11) segue

“PERCHE’ E’ STATA CHIESTA L’APERTURA DI UNO SPORTELLO ACEA?”. «Se si punta come si dice ai tavoli per la ri-pubblicizzazione del servizio, come mai il sindaco Bettarelli, insieme ad altri sindaci dei comuni limitrofi che hanno già passato il proprio servizio idrico ad Acea, chiede l’apertura di uno sportello Acea sul territorio? Disturbo della personalità? O falsità? – si chiede il consigliere di opposizione – Fatto sta – aggiunge – che l’amministrazione ha badato bene a condividere questa notizia, mentre quella sui tavoli della ri-pubblicizzazione è stata messa bene in mostra. Io mi auguro – sottolinea ancora Marani – che a questi tavoli si partecipi in maniera convinta e con le giuste competenze, perché le tasse sono già abbastanza alte da noi ed i molti problemi del servizio idrico sotto gli occhi di tutti. Purtroppo però ho molti dubbi in merito» (agg. 06/02 ore 11.40)

L’IPOTESI DEL DOPPIOGIOCO DA PARTE DELLA GIUNTA. I commenti di Marani fanno ritenere che si sia davanti ad una sorta di “doppiogiochismo” della giunta Bettarelli. «Penso che in Comune abbiano pronta sul tavolo una bella bottiglia. La stapperanno la sera che consegnano la chiave dell’acquedotto e dei depuratori ad Acea. Perché da quel momento in poi se a Canale ci sarà l’arsenico, a Montevirginio i floruri o i coliformi, se ai Prati Lunghi d’estate non avranno acqua, se interromperanno l’erogazione senza alcun preavviso come accaduto varie volte quest’anno… la colpa sarà di Acea! Vi pare poco? Questa giunta non dico che non ha realizzato un intervento che sia uno di numero in due anni, ma non lo hanno neanche progettato o pianificato. A Canale c’è un intervento sui depuratori con progettazione già approvata da due anni, finanziato con un mutuo collettivo. Vorrei sapere – commenta il consigliere – che aspettano a dare inizio ai lavori, con gli sversamenti fuori norma nel fiume Mignone che scorre nella nostra bella Riserva Naturale. Gli operai sono encomiabili ma non possono fare miracoli… solo Acea li può salvare! Altro che – conclude Marani – tavoli per la ri-pubblicizzazione». (G.V.) (agg. 06/02 ore 12.10)

ULTIME NEWS