Pubblicato il

Enel replica a Tarallo: Accordo su Tirreno Power superato da anni

Enel torna a replicare ad Ernesto Tarallo in riferimento alla ricollocazione in azienda presso la centrale di Civitavecchia in base al Verbale di Accordo del 2004 tra Enel stessa e Tirreno Power. “Si precisa che tale accordo era riferito alla sola fase di messa in esercizio di Torrevaldaliga Nord, completata oltre dieci anni fa, e pertanto, come spiegato anche al signor Tarallo, non più applicabile. (agg. 03/02 ore 18.56) segue

IL SISTEMA DI SOLIDARIETA’. Si precisa inoltre che, unitamente al rinnovo del contratto collettivo nazionale di settore datato 25/01/17, le società elettriche, tra cui la stessa Enel, si sono impegnate a realizzare un sistema di solidarietà, attraverso la costituzione in sinergia con le organizzazioni sindacali di un organismo incaricato di agevolare la possibile ricollocazione in altre aziende di lavoratori interessati dai licenziamenti collettivi. Enel, al pari di altre aziende del settore elettrico, ha effettuato numerosi colloqui attingendo da tale archivio, assumendo una decina di risorse e coinvolgendo anche dipendenti di Tirreno Power. Enel precisa di aver visionato anche il profilo del signor Tarallo, ritenendolo non in linea con le esigenze aziendali. (agg. 03/02 ore 19.30)

L’APPALTO PULIZIE. In riferimento all’appalto per le pulizie civili presso l’impianto di Torrevaldaliga Nord, Enel precisa che i lavoratori che già operavano presso il sito continueranno a lavorare anche con la nuova società aggiudicataria, grazie alla clausola sociale inserita nel contratto. Confermando quindi la massima attenzione ai temi del lavoro e del territorio, Enel precisa che l’appalto è stato assorbito all’interno di una più ampia gara nazionale, aggiudicata in precedenza, come sempre basata su criteri di qualità, concorrenza e specifici parametri tecnici. Gli inviti a partecipare a tale gara sono stati rivolti a tutte le imprese in possesso delle qualifiche necessarie”. (agg. 03/02 ore 20)

ULTIME NEWS