Pubblicato il

Colpo alla pizzeria: dipendente nei guai

Colpo alla pizzeria: dipendente nei guai

Ha prelevato mille euro dalla cassaforte simulando maldestramente un furto. La Polizia ha impiegato poche ore a capire la dinamica, alla fine il colpevole in lacrime ha confessato

CIVITAVECCHIA – Scassinatore poco credibile, oppure investigatori troppo esperti. Sta di fatto che il giallo legato al colpo messo a segno da un civitavecchiese in una pizzeria del centro un paio di giorni fa è durato pochissime ore. 

Agli agenti del commissariato diretto dal dottor Nicola Regna, infatti, è bastato fare due più due, analizzare i luoghi, verficare l’importo sottratto e ascontare un paio di persone, tra cui il titolare dell’esercizio commerciale. Tutto troppo facile: una serratura integra, una cassaforte aperta con eccessiva facilità, nessun’altra anomalia all’interno della pizzeria in grado di far pensare a un estraneo. 

La scientifica si è mossa rapidamente e ha eseguito nell’immediatezza una serie di riscontri nel tentativo di individuare tracce interessanti. Più per una questione di principio che per la rilevanza del colpo, dal momento che l’ammanco denunciato dal titolare è di circa mille euro.

E poi quella cassaforte con un paio di ferri incastrati, ferri che neppure se fossero stati sottili come uno spadino sarebbero riusci a forzare una serratura simile. Serratura aperta da mani esperte, con una manualità che neppure Totò ne I soliti ignoti avrebbe saputo fare di meglio. Ma quali mani esperte si prodigano per aprire la cassaforte di una pizzeria civitavecchiese per appropriarsi di poche centinaia di euro? Lascia senza parole l’eccezionalità del lavoro: neppure nei film uno scassinatore riesce ad aprire una serratura in maniera così pulita, quasi da lasciar credere all’uso di chiavi. 

Che sia stata proprio una chiave ad aprire quella cassaforte? La risposta è arrivata in seguito alle domande fatte dai poliziotti alla gente che lavora in pizzeria. 
Tra i dipendenti un uomo in lacrime avrebbe ammesso le proprie responsabilità: sarebbe stato proprio lui, in difficoltà economica, ad aprire la cassaforte con una chiave e a portare via circa mile euro in contanti. Del fatto gli agenti del commissariato di viale della Vittoria hanno dato notizia all’Autorità giudiziaria.

ULTIME NEWS