Pubblicato il

Consiglio, Pronto soccorso sotto esame alla Pucci

Consiglio, Pronto soccorso sotto esame alla Pucci

La massima assise cittadina si è riunita per parlare del reparto: sollevati dubbi sulla reale utilità della seduta. Di Gennaro: "Il livello di assistenza è migliorato e non lo dice solo la Regione ma anche il Ministero"

CIVITAVECCHIA – Un consiglio per parlare dei problemi del Pronto soccorso. La massima assise cittadina si è riunita per parlare del San Paolo e di alcune delle sue criticità. Diversi interventi di cittadini, c’è chi guarda il bicchiere mezzo pieno e chi guarda quello mezzo vuoto. Chi parla di un reparto senza coperte e chi di eccellenze. I dati oggettivi più importanti sono tre: gli investimenti sul solo nosocomio cittadino saranno di oltre 7 milioni, si sbloccheranno le assunzioni a tempo indeterminato e i posti letto sono 0,7 ogni mille abitanti. (Agg. 10/02 ore 9) segue

L’INTERVENTO DI FLOCCARI. Diversi interventi grillini, a partire dal consigliere Fulvio Floccari, hanno evidenziato la criticità di questo dato, che però potrebbe andare a migliorare con l’attivazione del reparto di osservazione breve intensiva, per cui i lavori partiranno a breve, e che dovrebbe essere fornito di dieci posti letto. Risultato? Si andrebbe a sgravare la situazione del Pronto soccorso. Con le assunzioni a tempo indeterminato si dovrebbe andare a coprire il problema della carenza di personale che, come detto dai dirigenti Asl nel corso del consiglio, si è creata nonostante l’impegno con bandi andati deserti e tempi determinati che si sono trasformati in ‘‘fughe’’.(agg. 10/02 ore 9.30)

L’INTERVENTO DEL SINDACO. Da qui è partito il sindaco Antonio Cozzolino dicendo: “Forse si dovrebbe cambiare metodologia. I turni sono coperto – ha continuato – ma bisogna vedere come”, ed ha concluso portando l’esempio di una turnazione che evidenzia lo sforzo fatto dal personale del Pronto soccorso. Su questo punto tutte le parti sono d’accordo ma i risultati, secondo la Asl, arriveranno e la percezione è già migliorata. “Si partiva – ha detto il consigliere dem e primario di Cardiologia Marco Di Gennaro – dal commissariamento il livello di assistenza è migliorato non lo dice solo il presidente della Regione, ma anche il Ministero e il gruppo di lavoro negli ultimi 3 anni la soddisfazione dei livelli essenziali di assistenza che sono l’indice di correttezza sanitaria, sono aumentati nel Lazio”. (agg. 10/02 ore 10)

L’INTERVENTO DI GRASSO. Il consigliere di minoranza e leader de La Svolta Massimiliano Grasso, invece, ha detto: “Non ho capito bene le finalità della convocazione di questo consiglio oggi». Grasso ha fatto notare come si sia puntato più volte il dito su Zingaretti, accusandolo di inaugurare perché in vista delle elezioni, «ma credo che altrettanto si possa dire di questo consiglio comunale – ha continuato – credo che sia anche l’occasione per riflettere un po’ sul cambio di percezione che c’è stato e c’è nel tempo delle nostre strutture sanitarie”. Il San Paolo sta crescendo e la cosa è evidente a chiunque lo frequenti, pur con le sue criticità su cui però, la Asl ha assicurati, si sta e si continuerà a lavorare. “Oggi – ha concluso Grasso – si parla di diverse eccellenze che sono al San Paolo e parliamo di persone che, per la prima volta credo, vengono a farsi operare dalle altre Asl”. (agg. 10/02 ore 10.30)

ULTIME NEWS