Pubblicato il

''Sul Tpl la Pisana diserta le richieste''

L’assessore Mollica attacca la Regione

L’assessore Mollica attacca la Regione

di DANILA TOZZI

LADISPOLI – Preoccupata per l’assoluto silenzio con cui la Regione Lazio “diserta” la richiesta di rinnovo del collegamento dei bus urbani tra Ladispoli, Cerveteri e Fiumicino, l’amministrazione comunale di Ladispoli nella persona dell’assessore alla mobilità, Amelia Mollica Graziano, torna a sollecitare la Pisana perché venga ripristinino il servizio pubblico di trasporto con l’aeroporto Leonardo da Vinci ed i Centri commerciali di Fiumicino, «una linea – ricorda l’assessore Mollica Graziano – che aveva fatto viaggiare oltre 18 mila passeggeri nei quattro mesi di fase sperimentale, a costi peraltro popolari».(agg. 20/02 ore 17.04) segue

IL COLLEGAMENTO. «Ecco perché –obietta- un mese fa esatto avevamo auspicato che il collegamento fosse riattivato, essendo uno dei servizi di trasporto maggiormente utilizzati nel nostro territorio. Purtroppo non è accaduto nulla, dalla Regione Lazio non sono arrivati segnali risolutivi: non vorremmo che fossero troppo impegnati nella campagna elettorale per ricordarsi delle legittime aspettative degli utenti del litorale».(agg. 20/02 ore 17.30)

“UNA LINEA UTILISSIMA”. Quindi prosegue «Stiamo parlando di una linea utilissima sia per i dipendenti dell’aeroporto e dei centri commerciali che non dovevano più spendere soldi per utilizzare l’auto, sia per le famiglie ed i ragazzi interessati a fare shopping o andare al cinema. Sono mesi che chiediamo al presidente Zingaretti di confermare il finanziamento della linea urbana fino ad ottenere la messa a regime del collegamento all’interno dell’appalto intercomunale di trasporto pubblico tra Ladispoli e Cerveteri. E non ci tireremo indietro su questa vicenda che ha provocato un evidente disagio a tanti cittadini, i quali poi vengono invitati a lasciare a casa l’automobile per poter usufruire dei mezzi pubblici. Ma se poi questi non ci sono? Speriamo che questo silenzio della Pisana possa cessare quanto prima». (Agg. 20/02 ore 18)

ULTIME NEWS