Pubblicato il

Sversamento di acque nere a via Molise

Sversamento di acque nere a via Molise

CIVITAVECCHIA – Sversamento di acque nere, odori maleodoranti, acque reflue e tombini aperti. Lo scenario di via Molise nella mattinata di oggi non era certo una cartolina per il popoloso quartiere di Campo dell’Oro a Civitavecchia.
A spiegare la situazione l’amministratore di uno dei condomini che insistono sulla zona: «E’ inverosimile quanto accaduto e quanto sta accadendo – ha spiegato Maurizio Rasicci -. Ci troviamo di fronte al classico rimpallo di responsabilità tra enti. In mezzo a questi ci si trovano i cittadini che oggi sono costretti a camminare tra le acque che hanno scaricato nel proprio water. La responsabilità non può essere dei condomini visto che si sta parlando di un connettore fognario pubblico. Ho parlato con il Comune che mi ha detto di sentire l’Ater che ha uno degli immobili della zona. Lo stesso ha fatto l’Ater. E’ una situazione paradossale. Intanto l’acqua continua ad essere sversata per strada per non parlare degli odori».
Intanto dalla sede dell’Unitalsi per ore è continuata ad uscire acqua di fogna maleodorante: «Oggi l’Unitalsi ci ha chiesto di risolvere la situazione con una soluzione tampone e abbiamo chiamato a nostre spese l’auto spurgo. Di certo non è possibile pensare che un condominio si possa far carico di una spesa che spetta alla pubblica amministrazione. Oltre a questo vorrei chiedere anche alla Asl di intervenire. A poche centinaia di metri ci sono delle scuole. Non è possibile lasciare uscire per le strade queste acque. C’è un discorso di urgenza e di benessere dei cittadini».

ULTIME NEWS