Pubblicato il

Risposte evasive e fuori luogo alle interrogazioni della minoranza

Risposte evasive e fuori luogo alle interrogazioni della minoranza

Ancora polemiche tra maggioranza e opposizione dopo l’assise comunale. Orsomando: «Gli sviluppi potrebbero superare le mura del Granarone»  

di TONI MORETTI

CERVETERI – Il consiglio comunale tenutosi  giovedì scorso si annuncia foriero di nuove polemiche tra maggioranza e opposizione, in particolare tra il sindaco Alessio Pascucci e gli “ incontenibili” produttori di mozioni ed interrogazioni, ormai continue in due settori in particolare: quello degli appalti in essere, il più bersagliato quello relativo alla gestione dell’igiene ed il decoro pubblico , e quello della legittimità/legalità di alcune azioni, sostenute e confortate da delibere di giunta, dichiarate dall’opposizione palesemente a favore della società Ostilia, proprietaria del comprensorio di Campo di Mare, impegnata in una sorte di “pugna” ultra quarantennale col comune di Cerveteri. E così che il consiglio comunale diventa il teatro del botta e risposta, giustamente come dovrebbe essere, tra maggioranza ed opposizione, con l’eccezione che a Cerveteri, più che sulle discussioni relative al merito della bontà o meno delle azioni politiche che si producono ma sulle discussioni basate sulle indagini e il sospetto di come gli atti e le procedure vengono fatte per mettere in evidenza o palesi incompetenze o per scovare, come si dice in gergo, il “lepre”, presunto che ci sia. Così, anche l’altro ieri, si è assistito ad un assedio perpetrato nei confronti di un sindaco e di una maggioranza che comincia ad innervosirsi  e ad essere infastiditi per essere distratti da richieste che procurano impegno e lavoro che si potrebbe orientare verso forme più concrete. E da questa contrapposizione il dialogo non si sposta. Ogni parte è convinta delle sue ragioni  e le conseguenze sono state che anche nell’ultimo consiglio sono state rilevate delle cose. Degli atteggiamenti e delle risposte che, secondo Orsomando, potrebbero avere conseguenze anche fuori dalle mura del Granarone. Non hanno soddisfatto le risposte del sindaco date al consigliere Juri Marini, capo gruppo del Partito democratico circa la sua interrogazione su quello che secondo lui si è voluto far passare come una incomprensione su quanto successo nella conferenza dei capi gruppo qualche giorno prima dove ritiene si fosse rimasti d’accordo che il parere di quel Prefetto campano che dava ragione alle sue ipotesi,  fosse si portato in aula per la votazione, ma col parere favorevole della maggioranza, mentre ciò non è successo e non sembra succederà. Alle interrogazioni di Orsomando e De Angelis che chiedevano spiegazioni sul progetto relativo al lungomare, sul finanziamento richiesto, sulla documentazione presentata, sembra siano state date risposte evasive che non hanno soddisfatto gli interroganti  Per i prossimi giorni sono previsti gli sviluppi.

ULTIME NEWS