Pubblicato il

Emergenza rientrata

Emergenza rientrata

MALTEMPO. Tutti i servizi cittadini funzionano regolarmente. Al Sasso non ci sono più problemi. ll comandante Marco Scarpellini: «Ora abbiamo qualche giorno di tempo per fare la relazione conclusiva per quelle che sono state le conseguenze di questa ondata di neve e gelo, in particolare i danni al patrimonio stradale e all’agricoltura»   

di GIULIANA OLZAI

CERVETERI – A Cerveteri lo stato di emergenza dichiarato nella notte tra domenica e lunedì si è concluso. 
«Tutto è più che tranquillo – dice il comandante della Protezione civile di Cerveteri, Marco Scarpellini – Al Sasso non ci sono più problemi. Il ghiaccio si sta sciogliendo. Ora abbiamo necessità di fare tutta una serie di conteggi e resoconti di tutti gli interventi effettuati, delle spese sostenute e di tutta una serie di adempimenti che la legislazione di Protezione civile prevede». (agg. 02/03 ore 10.30) segue

LE CONSEGUENZE DELL’EMERGENZA. «Abbiamo qualche giorno di tempo per fare la relazione conclusiva per quelle che sono state le conseguenze dell’emergenza, in particolare i danni al patrimonio stradale e all’agricoltura. Certamente circa i danni all’agricoltura si potranno valutare  più avanti. Come volontari del gruppo comunale di Protezione civile  abbiamo avuto una media di 12 – 15 persone presenti per ogni turno, notte compresa. Ieri notte, per esempio, sono stati attivi fino alle tre a monitorare la nevicata. C’è pure chi ha fatto il doppio turno, ossia invece di 12 ore ne ha fatto 24 di seguito. Quindi non è stato semplice per noi anche perché il nostro territorio è molto vasto. Per i danni all’agricoltura – continua il comandante Scarpellini – stiamo cercando di capire quello che può essere successo da  questa  condizione di gelo e di forte nevicata e aspettiamo di vedere se la Regione Lazio riterrà opportuno decretare lo stato di calamità naturale».  (agg. 02/03 ore 11)

I DSAGI PER I CITTADINI. Per molti cittadini questa ondato di gelo ha procurato parecchi disagi tra i quali la rottura di diversi contatori dell’acqua, soprattutto a Cerenova. Sarà una sorpresa per i proprietari che hanno una seconda casa, quindi in questo periodo sono a Roma ed ignari di quanto sta succedendo perché oltre alla sostituzione del contatore ci sarà pure il danno del consumo abnorme, visto che da giorni dagli stessi esce l’acqua zampillante.
Intanto, il sindaco Pascucci, ha annunciato che già nella giornata di ieri sono stati svolti regolarmente tutti i servizi cittadini: scuolabus; raccolta porta a porta, trasporto pubblico locale (compresa la linea 22 che collega I Terzi con Cerveteri). Tutte le scuole sono aperte compresa quella del plesso del Sasso fino a ieri rimasto chiuso. 
La rete stradale cittadina non presenta criticità. Si invita comunque alla massima prudenza soprattutto nella zona del Sasso e nei dintorni. 
Il primo cittadino volge un particolare ringraziamento ai volontari della Protezione Civile per l’egregio lavoro svolto senza sosta e in condizioni di grande difficoltà. (agg. 02/03 ore 11.30)

ULTIME NEWS