Pubblicato il

Esposto di Orsomando e De Angelis alla Corte dei Conti

Esposto di Orsomando e De Angelis alla Corte dei Conti

A seguito della transazione tra comune e Asd Cerveteri sulle spese al campo E. Galli. I due consiglieri di opposizione chiedono chiarezza sulla interpretazione della convenzione nonché sulla base degli atti espletati e assunti con la società sportiva che gestisce l’impianto   

di TONI MORETTI

CERVETERI – I consiglieri comunali di opposizione Aldo De Angelis (Capogruppo Legalità e Trasparenza) e Salvatore Orsomando (Capogruppo Forza Italia) comunicano in una nota stampa di aver presentato alla Corte dei Conti e ad altre Autorità competenti, da oltre due settimane, un esposto molto dettagliato e approfondito nell’analisi della situazione inerente l’avvenuta transazione tra Comune di Cerveteri e l’associazione sportiva ASD Cerveteri.  (agg. 03/03 ore 18.34) Segue

IL MOTIVO DELL’ESPOSTO. «La decisione di presentare l’esposto denuncia è scaturita – scrivono –  dopo aver approfondito gli atti, visionato la convenzione nella sua specificità, le delibere di giunta, alcune determine di pagamento emesse dal Comune di Cerveteri e  verificato il quadro generale cercando di posizionare nelle giuste caselle  i relativi adempimenti, chi doveva fare e cosa oltre chi avrebbe dovuto sostenere quel tipo di spesa o che altro anche perché la convenzione, in alcuni punti, è molto chiara ed è ben specificato ciò che i gestori possono e non possono fare e a quali adempimenti ed obblighi a sostenimento delle spese di manutenzione e/o di gestione della “struttura  pubblica” campo Galli e delle relative pertinenze (ad esempio l’area parcheggio, avrebbero dovuto attenersi tra i quali, probabilmente, non vi era di certo quello di utilizzare per svariato tempo l’utenza elettrica comunale senza aver provveduto a regolare voltura oppure a commissionare lavori di manutenzione o che altro senza avere preventiva autorizzazione dall’amministrazione». (agg. 03/03 ore 19)

I CONSIGLIERI CHIEDONO CHIAREZZA. Nel ravvisare disparità di trattamento nei confronti di convenzioni di altri spazi pubblici tanto da far ritenere ai due consiglieri Orsomando e De Angelis che quello di presentare un esposto è stato un atto dovuto affinché si potesse far chiarezza su inadempienze e addebiti vari. «Ma quello che è balzato ai nostri occhi –  concludono – Forse ci sbaglieremo, è stata la diversità di trattamento e azioni da parte dell’Amministrazione di Cerveteri confrontando la situazione del campo Galli – ASD Cerveteri con quella del parco giochi di Caeralandia a Cerenova…e allora ci chiediamo perché ai gestori del parco giochi di Caeralandia, prima di arrivare a sentenza giudiziale, non è stato proposta una transazione o qualcosa di similare mentre ad altri soggetti si?» 
Ed è così che torna alla ribalta la controversa vicenda relativa al parco di Caerelandia di Cerenova, una soluzione giudiziale mai digerita dai vecchi gestori che si sentono discriminati dall’attuale amministrazione che continuano a trovare sponda in alcune forze politiche dell’opposizione. (Agg. 03/03 ore 19.30)

ULTIME NEWS