Pubblicato il

Largo della Pace, l'Adsp: "I lavori sono muniti di tutte le autorizzazioni"

Largo della Pace, l'Adsp: "I lavori sono muniti di tutte le autorizzazioni"

Molo Vespucci interviene facendo chiarezza dopo le perplessità sollevate riguardo  l’iter seguito per l’apertura del cantieree sull’indagine dei Carabinieri forestali.  Ma rimangono dubbi che solo il prosieguo delle attività inquirenti potranno sciogliere. L'Authority: "Espressa più volte l’intenzione di chiudere il procedimento di liquidazione degli usi civici con formali comunicazioni"

CIVITAVECCHIA – “I lavori sono muniti di tutte le autorizzazioni amministrative necessarie ed hanno ad oggetto solo attività di tipo manutentivo che rivestono carattere di urgenza”. È il chiarimento dell’Adsp del Mar Tirreno centro settentrionale sulle varie notizie apparse riguardo i lavori in corso nell’area di largo della Pace. Si parlava di una possibile indagine in corso da parte dei Carabinieri forestali di Civitavecchia e di una mancata liquidazione degli usi civici.

Ma l’Authority precisa: “Non risultano, a questo ente, in corso indagini in merito ai lavori di cui sopra ma solo interlocuzioni con gli organi preposti – sottolineano da Molo Vespucci – nell’ambito di ordinari controlli, tesi ad acquisire ulteriori informazioni sui lavori». Per quanto riguarda il secondo problema l’Adsp specifica di aver”espressa più volte l’intendimento di addivenire alla chiusura del procedimento amministrativo, avviato ormai da circa 2 anni – dichiarano dall’Authority – di liquidazione degli usi civici (più volte sollecitato con formali comunicazioni). La chiusura di quest’ultima procedura non costituisce comunque un presupposto necessario – evidenziano – per l’avvio dei lavori manutentivi di cui sopra né è di ostacolo per l’esecuzione dei predetti lavori”.

Era stato sollevato qualche dubbio anche sulla presenza dell’autorizzazione paesaggistica. Anche su questo punto l’Adsp interviene per fare chiarezza: “Le autorizzazioni – spiegano da Molo Vespucci – discendono da una lunga Conferenza di servizi conclusasi l’anno scorso ed in cui è stato anche acquisito il parere favorevole delle Soprintendenze di settore, preposte alla tutela dei vincoli paesaggistici”. Intanto nella mattinata di ieri l’ingegner Maurizio Marini dirigente tecnica dell’Adsp pare sia andato nuovamente da Salvatore Verzilli comandante della stazione Carabinieri forestali locale, portando alcuni documenti.

I dubbi però rimangono. Ad esempio, non c’è neppure il previsto cartello di cantiere con tutte le informazioni previste come titolo edilizio, direttore lavori, importo, impresa aggiudicataria, eccetera. Intanto i lavori sono andanti avanti con lo smantellamento del fondo del parcheggio. Che non ci sia una indagine in corso appare un’affermazione tutta da verificare. Così come da verificare, da parte degli organi preposti, sono tutte le considerazioni e le certezze proposte da Molo Vespucci.

ULTIME NEWS